Attenzione a

Chicco Oasys i-Size: il seggiolino non ha passato il nostro test di sicurezza

I seggiolini Chicco Oasys i-Size hanno passato i test di omologazione, ma non i nostri crash test. In caso di urto frontale, infatti, la fibbia che trattiene la parte bassa della cintura del seggiolino si può strappare dal guscio del sedile.

04 aprile 2019
Seggiolino chicco oasys isize

Il seggiolino Chicco Oasys i-Size, sebben omologato, non ha passato i nostri crash test (più severi di quelli previsti per legge, ma del tutto realistici). Il motivo? In caso di urto frontale la fibbia della cintura del seggiolino si può spezzare, la cintura si stacca dal seggiolino, lasciando libero il bambino. Presto inseriremo Chicco Oasys i-Size nel nostro test sui seggiolini, ma vista la gravità della situazione abbiamo deciso di anticipare i risultati delle prove. Nel frattempo il produttore è stato informato e sta procedendo con la sostituzione della fibbia difettosa.

Il crash test di Chicco Oasys i-Size

 

Perché i nostri crash test sono più severi

I nostri crash frontali sono fatti a una velocità maggiore di quanto previsto dalla norma di omologazione, ovvero 64 km/h. Questa velocità è stata definita per essere allineati al lavoro fatto nei crash test EuroNCAP sulle auto. La simulazione di un urto a 64 km/h contro barriera deformabile equivale a un urto frontale tra veicoli di pari massa che si scontrino frontalmente viaggiando entrambi a 50 km/h (situazione realistica anche in ambito urbano).

Cosa fare se hai il seggiolino Chicco Oasys i-Size

Hai acquistato il seggiolino Chicco Oasys i-Sizetra il 27 settembre 2018 e il 04 aprile 2019? Ti consigliamo di non utilizzarlo e di contattare Chicco per far sostuire la cinghia. Puoi farlo chiamando il loro numero verde 800188898 oppure compilando il form online sul loro sito.

Il nostro test ha portato a un miglioramento della sicurezza offerta dal prodotto. Chicco, infatti, si è dimostrato attento e solerte, provvedendo immediatamente alla modifica del progetto (quindi i nuovi seggiolini non avranno lo stesso pezzo pericoloso) e nel promuovere la sostituzione gratuita per tutti.