News

Lancia Ypsilon 09 TwinAir Turbo 8v Platinum

10 novembre 2011

10 novembre 2011

L'ultima arrivata in casa Lancia, per la prima volta soltanto a cinque porte, è poco confortevole alla guida e presenta consumi elevati.

Lancia torna sul mercato. La quarta generazione della Ypsilon nasce con l’intento di rialzare le sorti della casa produttrice nel segmento delle supermini, in cui dovrà competere con Fiat Punto, Citroen DS3 e Wolksvagen Polo. Ma il compito non sarà facile: dai nostri primi test emerge che la vettura non spicca per caratteristiche particolari, se non per essere la prima Ypsilon a non prevedere modelli a tre porte. Le finiture sono al livello di quelle a disposizione delle rivali, ma il comfort di guida non è eccezionale. Così come il motore turbo due cilindri fornisce una potenza di 85 cavalli in linea con le concorrenti, ma consuma in modo eccessivo ed è rumoroso. Prezzo nella norma: 16200 euro.
Abitabilità Se nella parte anteriore lo spazio è in grado di accogliere persone alte fino ad 1,95 metri con una seduta piuttosto comoda, dietro persone di altezza normale rischiano di essere costrette a una posizione scomoda. La visibilità è abbastanza soddisfacente davanti, mentre nella parte posteriore è limitata dal bordo del portellone: molto alto. Altra nota dolente è la presenza di specchietti retrovisori che lasciano punti morti: la visibilità è ridotta durante gli spostamenti laterali. Con una capacità di circa 220 litri (che diventano 505 abbattendo i sedili posteriori), il bagagliaio è ampio per una vettura del suo segmento.
New MediaBlock
Test di guida Una volta messo su strada, il motore di questa nuova generazione di Ypsilon fornisce prestazioni accettabili: 11.9 secondi per accelerare da 0 a 100 e una velocità massima di 176 chilometri orari. Ma queste buone prestazioni sono leggermente offuscate dalla mancanza di comfort durante la guida. Il motore si fa sentire: come rumore di fondo e per le vibrazioni che produce. Le sospensioni sono rigide: soprattutto quando si incappa nelle buche. Il comportamento in strada è l’aspetto migliore: la nuova Ypsilon in marcia è molto stabile e mostra una tenuta di strada sicura, sulla quale non influisce l’asfalto sconnesso. Un Esp efficiente le ha fatto superare brillantemente i nostri test dell’alce. L’unico neo riguarda lo spazio di frenata piuttosto ampio: 39 metri per frenare dai 100 chilometri orari.
Emissioni Il motore TwinAir della Lancia (unico due cilindri utilizzato al momento in tutto il panorama auto) rientra nelle emissioni previste dalla normativa Euro 5, ma gli scarichi aumentano in modo piuttosto sensibile ad alta velocità. A ridurli in maniera significativa, invece, è la modalità Eco che però quando viene innestata riduce le prestazioni dell’auto limitando la potenza a 57 cavalli. Secondo la nostra opinione quest’ultima dovrebbe essere quella standard, con la possibilità di innestare una modalità sport che aumenti le performance dell’auto.
Consumi I consumi dichiarati dalla casa madre sono di 4.2 litri per 100 chilometri. Il nostro test, però, non li ha confermati. La prova sul nuovo ciclo di guida europeo dà dei valori vicini a quelli dichiarati e il ciclo extra-urbano fornisce un risultato di 4.3 litri per 100 chilometri. Ma è in città e autostrada che i consumi aumentano a dismisura. Nel primo caso abbiamo un risultato di 5.9 litri, mentre nel secondo schizzano addirittura a 8.2 litri: sempre per 100 chilometri. La media, 5.9 litri per 100 chilometri, è di poco superiore a quella delle sue dirette concorrenti.
Sicurezza In linea con le altre auto della categoria la dotazione di sicurezza: sia attiva sia passiva. Da rimarcare positivamente la presenza di Esc (Controllo elettronico di stabilità) e dell’Abs di serie su tutti i modelli. Per quanto riguarda la sicurezza passiva, da segnalare la presenza di quattro airbag di serie (con la possibilità opzionale di aggiungerne altri due) e degli agganci universali Isofix per il sicuro posizionamento dei seggiolini per i bambini.
Prezzi Il prezzo di listino è di circa mille euro superiore al costo della più tradizionale versione con motore 1.2 con 69 cavalli, sempre in versione Platinum. Tenendo conto dei consumi evidenziati nel nostro test, risulta abbastanza difficile ammortizzare questa differenza facendo un calcolo del costo al chilometro (per vedere i risultati potete fare riferimento al nostro calcolatore sul sito). Si tratta di un prezzo che si pone come intermedio tra le utilitarie più vendute come Fiat Grande Punto e Ford Fiesta e le city car più lussuose quali Mini Cooper, Alfa Romeo Mito ed Audi A1.

Stampa Invia