News

Nuovo codice della strada cosa cambia

30 luglio 2010

30 luglio 2010

Con l’esodo di fine luglio è entrato entra in vigore il nuovo codice della strada. Pene più severe legate all’uso di alcol e sostanze stupefacenti. Vediamo le principali novità.

Con l’esodo di fine luglio è entrato in vigore il nuovo codice della strada. Pene più severe legate all’uso di alcol e sostanze stupefacenti. Vediamo le principali novità.

Alcol e droga. Pene raddoppiate per chi provoca un incidente dopo aver bevuto o assunto sostanze stupefacenti. Divieto assoluto di mettersi alla guida dopo aver bevuto alcolici per chi ha meno di 21 anni o ha conseguito la patente da meno di 3 anni. Stesso divieto per i guidatori professionali.

Niente alcolici di notte nelle aree di servizio
. Vietata la vendita nelle aree di servizio di bevande superalcoliche dalle 22 alle 6. Peccato sia però possibile acquistare vino e birra... Nelle stesse aree è vietata la somministrazione di bevande alcoliche dalle 2 alle 7.

Etilometri nei locali. Vietato vendere e somministrare bevande alcoliche e superalcoliche nei locali notturni dalla ore 3 alle ore 6. Obbligatorio, all’uscita, un apparecchio che rilevi volontariamente il tasso alcolemico e tabelle illustrative dei danni che fa l'alcol. L’obbligo riguarda tutti i locali che proseguano l'attività dopo le ore 24.

Attraversamento dei pedoni. Se non c’è il vigile o il semaforo, le auto devono fermarsi quando i pedoni transitano sulle strisce pedonali. Devono dare la precedenza, rallentare e all'occorrenza fermarsi se vedono pedoni che stanno per attraversare sulle strisce.Come nei paesi più civili… Importante però che i pedoni rispettino le regole attraversando sulle strisce, senza correre.

Bambini in moto. Cancellata la norma che consentiva di portare in moto bambini da 6 a 12 anni alloggiandoli su un apposito sedile di sicurezza omologato. Resta quindi la disciplina in base alla quale non è comunque possibile il trasporto dei bambini se il passeggero non è seduto in modo stabile ed equilibrato.

Casco in bici. Saltato l’obbligo del casco in bici per i bambini fino a 14 anni. Confermato l’obbligo di indossare giubbotto o pretelle retroriflettenti se si circola in bici fuori dei centri abitati dopo il tramonto e fino all'alba o in galleria.

Minicar. Obbligo delle cinture di sicurezza anche per conducenti e passeggeri di minicar. Chi ha subito il ritiro della patente non può condurre minicar (e nemmeno ciclomotori, né può conseguire il certificato di idoneità alla guida degli stessi).

Modifiche ciclomotori. Aumentano le sanzioni per chi modifica i ciclomotori. E anche per chi fabbrica, produce e mette in commercio o vende ciclomotori che sviluppano una velocità superiore ai 45 Km/h.

Obbligo di lenti. Esteso anche a ciclomotori e minicar.

Patentino per i motorini. Nei corsi per il rilascio del patentino si prevede una lezione teorica di almeno un'ora sul funzionamento dei ciclomotori in caso di emergenza. Bisognerà inoltre aver superato tutti gli esami e le prove teoriche previste e una prova pratica di guida del ciclomotore (ma questa parte scatterà dal 2011).

Educazione stradale a scuola. Programmi di educazione stradale, predisposti dal ministero, dall'anno scolastico 2011-2012.

Guida a ore. Patente ritirata? Si può ottenere dal prefetto un permesso di guida a ore 8massimo 3 al giorno) per documentate ragioni di lavoro o per motivi sociali. Il periodo di sospensione della patente viene aumentato delle ore nelle quali è stata consentita la guida. Questo è una spetto estremamente criticabile, una sospensione della pena che risulta praticamente incontrollabile

Recupero punti. Per recuperare i persi sulla patente bisogna sostenere una prova d’esame. La frequenza ai corsi di aggiornamento consente di riacquistare 6 punti (9, per chi ha la patente professionale). Deve fare l’esame chi, dopo una prima violazione che fa perdere almeno 5 punti, compia nell'arco di 12 mesi altre due violazioni non contestuali che fanno perdere ciascuna almeno 5 punti. Elencate le principali variazioni sulla perdita dei punti. Introdotto anche un sistema di premi: la mancanza di violazioni che comportano la riduzione di punti per i primi 3 anni determina l'attribuzione di un punto all'anno (tale punteggio si aggiunge al credito di 2 punti l'anno, fino a un massimo di 10, per ogni 2 anni senza violazioni, giù previsto dalla normativa vigente).
Stradepulite. Più severo il divieto di sporcare le strade, gettando rifiuti o oggetti dai veicoli in sosta o in corsa.
Casco elettronico e scatola nera. In via sperimentale è introdotto il casco elettronico per conducenti e passeggeri di ciclomotori e motoveicoli e la scatola nera sugli autoveicoli.


Stampa Invia