News

Renault Twizy

07 agosto 2012
renault twizy

07 agosto 2012

La nuova Twizy, proposta da Renault, è un’auto elettrica a due posti compatta, da usare in città. Ha un’autonomia tra i 60 e i 100 chilometri, si parcheggia e si guida facilmente. Il riscaldamento è assente e mancano anche le porte, elementi essenziali per viaggiare nella cattiva stagione. Entrambe le versioni disponibili, inoltre, non consentono di viaggiare in autostrade e tangenziali.

Pro e contro
  • ideale nel traffico cittadino
  • motore elettrico ecologico
  • raggio di sterzata molto piccolo
  • portiere solo opzionali
  • poco confortevole
  • senza ABS né controllo di trazione
  • nessuna visibilità posteriore
  • costosa

Due versioni: 45 Urban e Urban
La Twizy è disponibile in due motorizzazioni, la “45 Urban” e la “Urban”. La “45 Urban” può essere guidata anche dai quattordicenni in possesso di patentino, mentre per la Urban è obbligatoria la normale patente B o la A1. Il prezzo però non è esattamente per le tasche di uno studente medio: nella versione base, la Twizy 45 Urban, costa ben 6.990 euro. Per portarsi a casa la versione Urban, invece, bisognerà spendere 7.800 euro. E se volete le portiere bisogna aggiungere altri 600 euro. Non è tutto: neppure le batterie sono comprese nel prezzo. Si prendono in leasing con un esborso mensile minimo di 50 euro. A conti fatti significa che al prezzo della versione più cara della Twizy, con portiere e batterie, ci si può permettere l’altra piccola city car della Renault, la Twingo.

ImageBlock

Il passeggero ha spazi decisamente ridotti
Come ci si può immaginare, la capacità di carico è pressoché inesistente. Questa due-posti può trasportare al massimo 128 chili totali. Il passeggero dovrà anche mostrare una certa agilità nel prendere posto sul suo sedile, dietro a quello del conducente. Chi guida ha invece tutte le comodità sia per salire a bordo che per guidarla. A causa del volume di carico ridotto, la Twizy non è certo il mezzo ideale per fare la spesa, a meno che non si rinunci al passeggero e si utilizzi lo spazio a lui riservato.

ImageBlock
Guida piacevole
Leggerezza, centro di gravità basso, sospensioni rigide, reazione immediata allo sterzo, accelerazioni scattanti: sono elementi che rendono piacevole mettersi alla guida della Twizy. Non mancano comunque alcuni elementi negativi come l'assenza di portiere (nella versione base) e del sistema ABS. L’auto non è ancora stata sottoposta ai crash test EuroNCAP, ma la Twizy è tuttavia dotata di un airbag per il conducente e di cinture di sicurezza.

Consumo d’elettricità
Su strade differenti abbiamo misurato un consumo tra 7,5 e 10,1 kWh per 100 chilometri, che si traduce in un’autonomia tra i 60 e gli 81 chilometri. I 100 chilometri dichiarati dal produttore a noi sembrano un po’ troppo ottimisti. La ricarica delle batterie dura circa 4 ore e impiega 7,2 kWh, per un esborso di 2 euro per 100 chilometri. A buon mercato, d’accordo, ma non va dimenticato il costo del noleggio delle batterie. Un ultimo appunto: anche quando è ferma davanti alla presa della corrente, con una batteria caricata al massimo, la Twizy continua consumare elettricità, una perdita pari a 0,25 kWh al giorno.

Stampa Invia