News

Tecnologie antitraffico

12 luglio 2012

12 luglio 2012

A chi non è capitato di programmare una partenza intelligente, magari per poi ritrovarsi in coda insieme a migliaia di altri geni che avevano avuto la stessa pensata? Per chi continua, nonostante tutto, a essere un fan della programmazione, esistono numerosi siti che informano sulle condizioni del traffico, sia in tempo reale sia previste.

La tecnologia e l’informatica continuano a progredire, nuovi servizi nascono ogni giorno per risolvere problemi che non sapevamo nemmeno di avere. Ma alcune delle vecchie magagne restano lì, apparentemente irrisolte: una di queste è senz’altro il traffico. In attesa di una rivoluzione dei nostri usi e costumi che lo risolva sul serio, non resta che trovare palliativi per attenuare l’impatto che il traffico ha sulle nostre vite. Non a caso, sono sempre di più i servizi che puntano a informare il viaggiatore sulle condizioni del percorso, sulla presenza di eventuali problemi e, meglio ancora, sull’esistenza di eventuali soluzioni. Tali servizi sono fruibili con vari apparecchi, anche in funzione di quando e dove li volete consultare: pc e smartphone, autoradio e navigatore satellitare.

Evitare code e ingorghi: prima di uscire
A chi non è capitato di programmare una partenza intelligente, magari per poi ritrovarsi in coda insieme a migliaia di altri geni che avevano avuto la stessa pensata? Per chi continua, nonostante tutto, a essere un fan della programmazione, esistono numerosi siti che informano sulle condizioni del traffico, sia in tempo reale sia previste (per esempio, maps.google.it). Un caso pratico in cui utilizzarle? Nel classico week end al mare, quando si tratta di stabilire il momento migliore per il rientro, c’è chi decide di sacrificare qualche ora della domenica per “evitare il traffico” e poi si ritrova imbottigliato. Prima di prendere questa decisione, consultate siti informativi e webcam, magari vedrete che sono già tutti per strada e allora tanto vale godersi ancora un po’ di sole o, viceversa, vedrete che la strada è libera ed è un buon momento per partire.

Scegliere la strada migliore grazie a internet
Anche una volta partiti, resta sempre il dubbio: sarà questa la strada migliore da fare o era meglio prendere quella deviazione? Le informazioni sul traffico alla radio danno una prima idea della situazione. Alcuni servizi più avanzati, come quelli dei navigatori che ricevono e interpretano in tempo reale informazioni da altri utenti, consentono di avere una panoramica precisa della situazione: non serviranno a far magicamente sparire le auto davanti a voi, ma se non altro vi guideranno alla scelta del percorso più veloce, evitando dubbi e pentimenti.

Stampa Invia