News

Vw e-up: la prima auto elettrica del marchio Volkswagen

30 luglio 2014

30 luglio 2014

La nuova VW e-up è 100% elettrica, agile, spaziosa nella parte anteriore e sicura. Un' auto ecologica che però mostra alcuni punti deboli: l'autonomia della batteria si rivela limitata e i tempi di ricarica troppo lunghi. Prezzo elevato per un'utilitaria: a partire da 27000 euro.

A prima vista

Una pratica utilitaria, comoda e scattante, ma a emissioni zero. Questo è quello che promette la Volkswagen con il lancio di Vw e-up, la prima auto elettrica del marchio. Due anni di garanzia per l'auto e 8 anni per la batteria. Avevamo già testato VW e-up in laboratorio e assistito alla prima in territorio nazionale. A fronte di ottime performance su strada, consumi abbastanza ridotti e una guida agile, l'auto delude per l'autonomia limitata della batteria (solo 165 km) peggiorata dai tempi di ricarica decisamente lunghi (fino a nove ore).

 

Con un motore elettrico da 82 cavalli, la VW e-up parte da 27000 euro

Nonostante l'autonomia limitata, un vero punto critico nell'era delle auto elettriche, VW e-up si conferma come una dei migliori prodotti sul mercato.  Riesce infatti a battere nei test la Renault Zoe e la BMW i3. Il prezzo sembra un tantino elevato per un’auto così piccola, ma in realtà è il più basso all’interno del range delle auto elettriche, con la batteria inclusa nel costo finale.

 

Perfetta nei tragitti cittadini, il suo palcoscenico principale

Funziona alla perfezione nei tragitti di città, il suo palco principale e rivela una buona agilità nel affrontare il traffico cittadino. La guida elettrica è molto scattante e promette davvero bene. Tuttavia, con una velocità massima di 130 km/h, VW e-up non è stata concepita per i ritmi elevati di un’autostrada.

 


Stampa Invia