News

Grave difetto dello scooter Gilera Runner Con la replica di Piaggio

16 dicembre 2010

16 dicembre 2010

Dopo mesi di indagini e verifiche tecniche possiamo affermare che lo Scooter Gilera Runner prima serie (modelli Fx, FXR, SP, DD, VX) presenta gravi difetti nella progettazione e nella costruzione che mettono a rischio l'incolumità di chi lo guida. Va ritirato dal mercato. Arriva la replica di Piaggio.

Dopo mesi di indagini e verifiche tecniche possiamo affermare che lo Scooter Gilera Runner prima serie (modelli Fx, FXR, SP, DD, VX) presenta gravi difetti nella progettazione e nella costruzione che mettono a rischio l'incolumità di chi lo guida. Va ritirato dal mercato. Arriva la replica di Piaggio.

Il serbatoio può prendere fuoco
Anche a moderata velocità, a seguito di impatto frontale, il serbatoio può lacerarsi, disperdendo carburante che può prendere fuoco. Infatti, uno dei principali problemi di questo scooter è la progettazione difettosa del sistema telaio/serbatoio.

Diffida alla Piaggio
Abbiamo diffidato formalmente Piaggio, chiedendo che il problema sia immediatamente risolto. Se ciò non fosse possibile, è necessario e urgente un ritiro diretto del prodotto dal mercato.

Campagna di richiamo
Nel frattempo crediamo sia indispensabile diffondere un'adeguata informazione al pubblico, avviando una campagna di richiamo degli scooter già sul mercato, che non devono essere più usati fino a quando non saranno messi in sicurezza dalla Piaggio.
Se non sarà reso noto il potenziale pericolo a chi utilizza lo scooter attraverso un'ampia e capillare campagna d'informazione a tutti i possessori dello scooter difettoso (e non sarà garantito un intervento gratuito di soluzione del problema), Altroconsumo porterà la Piaggio di fronte all'autorità competente.

Nel frattempo abbiamo ricevuto, e pubblichiamo, la seguente precisazione da parte di Piaggio.

La replica di Piaggio
Con riferimento all’articolo pubblicato nel numero di dicembre 2010 del mensile “Altroconsumo” e nel sito internet www.altroconsumo.it (sia nella homepage che nel link dedicato ai motori) a partire dal giorno 16 dicembre 2010, articolo dal titolo “Grave difetto dello scooter Gilera Runner. Diffidata la Piaggio. Va ritirato”, nel quale vengono menzionati “gravi difetti nella progettazione e nella costruzione” del Gilera Runner, la scrivente Piaggio & C. S.p.A. esclude fermamente che i modelli di scooter menzionati (così come ogni altro prodotto Piaggio & C. S.p.A.) presentino i suddetti difetti.

Al contrario, la Società precisa che il serbatoio dello scooter Gilera Runner Prima Serie fu omologato in Germania dal TUV tedesco, a seguito di una procedura e secondo degli standards all’epoca considerati i più restrittivi, che solo successivamente sono stati recepiti dalla Direttiva Europea che regolamenta la costruzione di tale componente.

Inoltre, Piaggio ha sottoposto lo scooter Gilera Runner ad una prova di crash, condotta sotto la supervisione del Ministero dei Trasporti. I risultati di detta prova hanno dimostrato che lo scooter non presenta alcuna forma di pericolosità e, in particolare, che il serbatoio dei veicoli resta intatto in caso di urto frontale.

Ferme restando tutte le contestazioni in merito alla fondatezza ed alla veridicità delle notizie apparse sulla rivista Altroconsumo e sul sito Internet Altroconsumo, Piaggio & C. S.p.A. precisa che la fotografia ivi pubblicata non si riferisce al Gilera Runner prima serie, ma al Gilera Runner 50 cc 2 tempi serie speciale Squadra Corse che non ha alcuna attinenza con il contenuto dell'articolo in contestazione.

 

Ecco alcune precisazioni da parte di Altroconsumo:
- Le affermazioni fatte da Altroconsumo in merito allo scooter Gilera Runner prima serie si basano su dati legali effettivi: denunzie fatte alla magistratura e cause civili esistenti da molti anni sulla base di incidenti effettivamente avvenuti.
- A queste evidenze legali, suffragate da perizie, Altroconsumo ha aggiunto prove fatte specificatamente per testare la pericolosità di detto scooter. Queste prove ne confermano la difettosità e la pericolosità.
- Comunicare la difettosità di un prodotto è un dovere di informazione verso gli utenti che Altroconsumo pratica da anni attraverso tutte le sue pubblicazioni e non solo. Quest'attività è sempre stata fatta nel rispetto dei consumatori, delle leggi e delle aziende oggetto di critica.
- Ciò è avvenuto anche con Piaggio, cui Altroconsumo ha chiesto di informare gli utenti e di avviare una campagna di richiamo per apportare gli interventi tecnici necessari per mettere in sicurezza il motoveicolo e, ove questo non fosse possibile, di ritirare lo scooter dal mercato.
- Altroconsumo ha come unico interesse dall'informare i cittadini sulla pericolosità di predetto scooter il ridurre gli incidenti, contenere le lesioni personali o, addirittura, salvare vite umane.
- Ci duole che Piaggio, diversamente da quanto è avvenuto ad esempio recentemente con Toyota, che dopo aver saputo dalla stampa di alcuni incidenti, ha chiesto scusa e ha ritirato i propri prodotti per modificarli, non adotti analoghe iniziative. Questo atteggiamento non ci lascia altra strada che portarla in Tribunale e farla obbligare da un giudice.

 


Stampa Invia