Recensioni

Green Disc per oliare la catena della bicicletta: abbastanza comodo, ma il prezzo è alto

Il Green Disc è un piccolo disco di spugna inserito in un supporto di plastica che consente di lubrificare la catena della bicicletta senza sporcarsi le mani né sgocciolare. Comodo, ma decisamente caro e non così sostenibile come dice.

30 ottobre 2020

La bicicletta di questi tempi è un mezzo di trasporto che va per la maggiore. Comoda, ecologica, salutare e sicura dal punto di vista del Covid, in questo periodo gode anche di incentivi statali per l’acquisto. Usare la bicicletta significa anche praticare la corretta manutenzione: oltre a casco e lucchetto, bisogna scegliere anche l’olio lubrificante, per la corretta oliatura periodica della catena. Abbiamo esaminato uno strumento che permette di aiutare in questo compito.

Green Disc è un sistema per lubrificare la catena della bicicletta.

Come funziona Green Disc?

L’olio lubrificante viene applicato su un disco spugnoso, fatto di fibra naturale, inserito in un supporto. Dopo che la spugna del disco si è impregnata di olio, bisogna appoggiarlo alla catena: ruotandola, il disco rilascia l’olio e la lubrifica.

Quali vantaggi offre Green Disc?

  • È molto facile da usare, basta saturare di olio lubrificante il disco di materiale spugnoso e appoggiarlo alla catena.
  • L’utilizzo del disco Green Disc evita di sporcarsi le mani.
  • Usando Green Disc si evita di far cadere gocce di lubrificante per terra e sul telaio, cosa che a lungo andare può danneggiare la verniciatura del fodero orizzontale della bicicletta.
  • Con Green Disc si applica alla catena solo la quantità necessaria di olio: un eccesso può creare problemi perché contribuisce a far depositare lo sporco sulla catena e ne riduce quindi la scorrevolezza e la durata di vita.
  • Green Disc pulisce da eventuale sporco in eccesso (sporco che, però, rimane sul disco).
  • Infine, secondo quanto dichiarato dal produttore, l’olio lubrificante è ottenuto da “componenti derivati dalle piante e additivi degradabili” (che però non sono meglio specificati), così come il disco spugnoso è realizzato in fibre naturali.
  • Si tratta di un olio lubrificante efficace, che raggiunge l’obiettivo di ridurre l’attrito della trasmissione della bici.

Gli aspetti che non ci convincono di Green Disc

  • Innanzitutto il prezzo: una boccetta da 50 ml di olio costa quasi 7 euro, mentre il disco ne costa addirittura quasi 20 (secondo quanto dichiara il produttore avrebbe una durata di vita molto lunga): si tratta di prezzi elevati rispetto a quelli degli altri lubrificanti per bici a getto di tipo tradizionale.
  • Non è specificato quali siano gli ingredienti dell’olio, che viene pubblicizzato come “eco-friendly” e “degradabile”: si è costretti a fidarsi delle affermazioni del produttore.
  • La scelta di vendere boccette in plastica di lubrificante da soli 50 ml contribuisce a un utilizzo eccessivo di plastica. Se, come spiegato sul sito su cui viene venduto il prodotto, 25 ml di prodotto durano per circa 10 lubrificazioni della catena, con solo 20 lubrificazioni la boccetta è vuota e ne va comprata un’altra: si sarebbe potuto utilizzare delle boccette più capienti o di un materiale diverso e sprecare così meno plastica.
  • Abbiamo notato che il disco di spugna che applica l’olio alla catena, essendo in materiale fibroso, rilascia alcune fibre che si depositano sulla catena stessa (in quantità bassa): queste fibre non si disperdono, perché rimangono imprigionate nell’olio, ma a lungo andare potrebbero incastrarsi tra le maglie della catena rendendola meno scorrevole… ottenendo così l’effetto opposto rispetto all’obiettivo del prodotto.

Green Disc è consigliabile?

  • È un prodotto costoso, che però aiuta a non sporcarsi le mani e a non esagerare con l’oliatura.
  • Bisogna stare attenti a che non si depositino troppe fibre sulla catena quando si applica l’olio.
  • Si tratta di un prodotto utile da trasportare in viaggio e per una oliatura saltuaria.