Recensioni

Swapfiets, il servizio per il noleggio a lungo termine della bici. Conviene?

Abbiamo analizzato costi e condizioni contrattuali dell’offerta di Swapfiets, società olandese che offre (al momento solo a Milano) il noleggio a lungo termine della bicicletta. Conveniente sul breve periodo, meno dopo un anno. Ecco come funziona, a cosa stare attenti e quali sono i suoi vantaggi.

12 ottobre 2020
swapfiets

 

Arriva a Milano il servizio olandese di noleggio a lungo termine delle bici Swapfiets. Una vera novità per il nostro paese. In Italia per il momento conosciamo unicamente il noleggio a lungo termine delle auto e delle moto. Il funzionamento è lo stesso. Si paga un canone mensile per un certo numero di mesi e si ha la possibilità di usare una bici (sempre la stessa) e di avere anche dei servizi aggiuntivi: manutenzione, assistenza, sostituzione della bici nei casi più gravi o in caso di furto.

Come funziona

Ecco come funzionano l’iscrizione e la consegna della bici. Per prima cosa devi creare un account sul sito o sulla app scaricabile da Apple Store o da Google Play (se ci sono più persone in famiglia che vogliono avere una bici bisogna creare un conto per ciascuno). Uno dei punti di forza dell’offerta è l’assistenza: al momento esiste un solo punto vendita Swapfiet, a Milano, in Via Lupetta 3. Però l’assistenza viene garantita non solo in negozio ma anche a domicilio o in un luogo concordato dalle 8 alle 22 nei giorni feriali e dalle 9 alle 18 il sabato. Non c’è invece nessuna assistenza di domenica.

Dopo l’iscrizione la bici si può ritirare in negozio oppure farsela consegnare a casa (a Milano) ovviamente fissando un appuntamento (ma i tempi di consegna potrebbero allungarsi).

Al momento della consegna devono essere sottoscritti i termini e le condizioni del contratto. Ci vogliono al massimo 15 minuti: la bici viene verificata e adattata all’altezza di chi l’ha richiesta. Insieme alla bici ti vengono consegnati un lucchetto, una catena e una chiave. Bisogna fare attenzione a non perdere la chiave, il duplicato infatti costa 15 euro. Ti conviene legare sempre la bici, altrimenti se te la rubano e non hai la chiave rischi forti penali (ne parliamo più avanti). Al momento della prima consegna, verranno verificati documento di identità (passaporto, carta di identità o patente guida) e carta di credito. Se si tratta di un abbonamento per studenti, verrà verificata anche la tessera studentesca (gli studenti hanno un piccolo sconto). Se l’abbonamento è pagato da un’altra persona, dovrà essere presente anche l’altra persona alla prima consegna. La bicicletta è a uso personale, non può essere usata per svolgere attività lavorative (non si può usare per fare consegna di merci o cibo). In questi casi c’è una sanzione di 2.000 euro.

Contratto e costi

Il noleggio a lungo termine di SwapFiets è un contratto di affitto della bici non giornaliero ma per un periodo di tempo più lungo (minimo un mese e massimo sei mesi). Per l’affitto pagherai un canone mensile che include, oltre al noleggio, anche il costo di altri servizi aggiuntivi come la manutenzione. Il canone mensile dipende dalla bici che vuoi noleggiare. Al momento ci sono tre tipi di bici disponibili che prevedono un canone mensile differente: 16,90 euro al mese per l’Original e 19,90 euro al mese per la Deluxe 7 e c’è anche la bici elettrica Power 7, il cui noleggio costa 74,90 euro al mese.

Ci sono due tipi di contratti: uno che si può chiudere ogni mese ed un altro che dura sei mesi. Il canone di noleggio è identico ma ci sono altre differenze.

  1. Abbonamento mensile. Questo abbonamento può essere cancellato ogni mese, ma dando un mese di preavviso (scelta discutibile chiedere un preavviso di un mese per poter recedere da un contratto mensile). Se si sceglie questo abbonamento, si dovranno pagare anche delle spese di registrazione di 15 euro addebitate insieme al primo pagamento mensile. Se non si recede, il rinnovo è automatico. Terminato il contratto, se lo stesso cliente vuole sottoscrivere un nuovo contratto di noleggio prima che siano trascorsi tre mesi dalla data di efficacia della disdetta, dovrà sostenere un costo aggiuntivo di 30 euro per spese di avvio.
  2. Abbonamento di una durata minima di sei mesi. Con questo abbonamento, non si dovranno pagare le spese di registrazione di 15 euro. Dopo sei mesi, l’abbonamento si rinnova automaticamente a meno che non si voglia recedere dando un mese di preavviso. Se non si recede l’abbonamento diventa mensile e si rinnova poi di mese in mese.

Minori e studenti

I minori di 18 anni devono avere il permesso di un genitore o un tutore per contrarre un abbonamento. È previsto un flag da segnare durante la fase di iscrizione. Dopo avere ottenuto il permesso, il minore potrà decidere se vuole attivare il prelievo automatico sul conto in banca o se preferisce farlo con il genitore o tutore. In ogni caso l'abbonamento sarà intestato al minore. Gli studenti hanno uno sconto di un euro sulla bici modello Original che quindi anziché 16,90 euro costerà 15,90 euro al mese. Inoltre, anche se scelgono l’abbonamento mensile non pagano le spese di registrazione di 15 euro.

Come si paga

Sono pagamenti mensili che possono essere fatti con carta di credito, oppure con addebito su un conto corrente a scelta dell’utente.

I vantaggi

Il principale vantaggio del noleggio a lungo termine è rappresentato dai servizi aggiuntivi. Vediamo quali sono e che limiti hanno. Attenzione alle penali e alle franchigie in caso di furto.

  1. Servizio di assistenza garantita entro 48 ore dalla segnalazione che consiste nella riparazione gratuita di alcune parti della bicicletta deterioratesi a causa dell’usura e per l’effetto del normale utilizzo del bene. Possono essere sostituiti, per esempio, uno pneumatico sgonfio, una catena o un para-catena rotto, una sella strappata e/o una lampadina rotta. Se la riparazione non è possibile c’è la sostituzione gratuita della bici. Si tratta dello SWAP cioè del cambio gratuito, servizio che si può richiedere via Whatsapp, telefono o messaggio su Facebook o Twitter oppure direttamente dalla app. Non sono coperti invece i danni da vandalismo che possono portare a dei costi aggiuntivi da pagare al momento della riconsegna della bici dopo la fine del noleggio a lungo termine. Secondo contratto le riparazioni dovrebbero avvenire entro 24 ore, ma se non si rispettano i termini nulla può essere chiesto a Swapfiet, sul sito si parla sempre di riparazioni fatte entro 48 ore dalla richiesta.
  2. Nuova bici in caso di furto. Se la bici viene rubata SwapFiets la sostituisce. Attenzione perché sono previste comunque delle franchigie da pagare ed inoltre delle penali, se non si è in possesso della chiave data al momento della prima consegna insieme a bici, lucchetto e catena. Se smarrisci la sola chiave puoi ottenere un duplicato pagando 15 euro. Se invece la bici è stata rubata e non era legata (non si ha la chiave) ci sono dei costi aggiuntivi diversi a seconda del modello di bicicletta: Original 350 euro, Deluxe 450 euro, Power 500 euro (più costo della batteria 500 euro). Se la bici viene ritrovata una parte dei costi viene restituita, sottraendo però la franchigia e il costo della chiave. Esempio: Original 350 euro, meno 40 euro e meno 15 euro. Verranno restituiti 295 euro.
    Altro caso: bici rubata, legata con chiave in possesso del cliente. In questo caso c’è comunque una franchigia: Original 40 euro, Deluxe 60 euro e Power 220 euro (più 500 euro per la batteria). Non esiste purtroppo alcuna copertura assicurativa abbinata al noleggio a lungo termine. Quindi in caso di incidente e danni a terzi nel contratto è prevista esplicitamente la responsabilità unicamente di chi ha preso a noleggio. Questo è un grosso limite, bisognerebbe prevedere una copertura di responsabilità civile verso terzi oltre che per i danni al veicolo.

La convenienza e le alternative

Abbiamo provato a verificare la convenienza economica del noleggio a lungo termine SwapFiets ipotizzando che venga scelto da una persona che utilizza in maniera intensa la bici, tutti i giorni per tutti i suoi spostamenti. Quindi almeno un’ora al giorno. Per gli utilizzi saltuari della bici non ha alcun senso pensare a un noleggio a lungo termine.

L’alternativa più vicina è quella dell’acquisto della bici. In questo caso al costo della bici occorre aggiungere anche l’acquisto di una catena di buona qualità (costo 35 euro) oltre che i costi di manutenzione ordinaria.

Ricordiamo che sta per arrivare (il 3 novembre) il bonus mobilità e che quindi chi acquista una bici entro il 31 dicembre 2020 potrà avere un bonus fino a 500 euro pari al 60% del prezzo di acquisto. Il bonus vale anche per i servizi di mobilità condivisa, come Bikemi.

Avere una bici comporta anche dei costi di manutenzione che sono inclusi nel noleggio di SwapFiets e nel caso in cui si scelga il bike sharing. Il numero dei ricambi e la frequenza di manutenzione del proprio mezzo a due ruote dipendono da molti fattori: qualità del manto stradale, incidenti e traffico, tipo di guida del ciclista, lunghezza degli spostamenti e frequenza, componentistica della bici, peso e capacità (di guida e di manutenzione) del ciclista. In media la spesa annua è intorno ai 100 euro, 150 euro per una bici elettrica. Tale spesa comprende tutti gli interventi più comuni (camera d’aria forata, sostituzione catena, regolazione cambio o serie-sterzo), e un intervento di manutenzione straordinaria come la sostituzione di una forcella in caso di incidente o il raddrizzamento di una ruota.

Passando al bike sharing, Bikemi a Milano costa 36 euro l’anno più 0,50 euro al giorno per utilizzo a tratta superiore a mezzora. Ovviamente la pecca del Bikemi è che sono bici da prendere e restituire solo nelle stazioni di riferimento (potrebbe anche accadere che non siano comode per l’utente). Movi by Mobike, che invece è un bike sharing senza stazioni, costa 1 euro ogni 20 minuti ma c’è la possibilità di acquistare degli abbonamenti mensili, trimestrali o annuali.

L’esempio di Mattia

Mattia usa sempre la bici per tutti i suoi spostamenti per una media di un’ora al giorno.

  1. Noleggio a lungo termine SwapFiets (modello Original). Contratto sei mesi + altri sei mesi. Totale 202,80 euro. Sempre tutti gli anni.
  2. Acquisto bici. Il primo anno costa 335 euro (al netto del valore di mercato della bici dopo un anno 215 euro), negli anni successivi 100 euro l’anno. Con il bonus mobilità il costo  del primo anno si riduce a 215 euro (al netto del valore di mercato della bici dopo un anno 95 euro).
    - Costo di acquisto bici 200 euro
    - Costo di acquisto bici con bonus mobilità: 80 euro
    - Costo lucchetto e catena 35 euro
    - Manutenzione 100 euro l’anno
    - Valore bici dopo un anno 120 euro (riduce il costo complessivo).

  3. Alternativa bike sharing. Ovviamente non si avrà una bici di proprietà o sempre disponibile come nel caso del noleggio a lungo termine di SwapFiets con tutte le limitazioni del caso legate al fatto che ci devono essere stazioni disponibili, ci sono orari di servizio particolari (vedi Bikemi) o bici disponibili nelle vicinanze e che nel costo potrebbero incidere anche il numero di spostamenti nella giornata.
    • Bikem. Costo totale su un anno 36 euro. (Con abbonato annuale ATM prezzo scontato 24 euro)
    • Movi By Mobike. L’alternativa più interessante è il pass Movi che per un anno costa 79,99 euro e permette un numero illimitate di corse senza costi aggiuntivi (per max 2 ore al giorno).
L’esempio di Luca

Luca è venuto a Milano per un contratto a tempo determinato di tre mesi. Userà la bici per spostarsi per una media di un’ora al giorno.

  1. Noleggio a lungo termine Swapfiets (modello Original). Contratto mensile per tre mesi. Totale 65,7 euro.
  2. Acquisto bici. Costo totale netto su tre mesi (rivendendo la bici) 115 euro altrimenti 265 euro. Usufruendo del bonus mobilità il costo si annulla rivendendo la bici oppure tenendosela diventa 145 euro.
    - Costo di acquisto bici 200 euro
    - Costo di acquisto bici con bonus mobilità: 80 euro
    - Costo lucchetto e catena 35 euro
    -Manutenzione 30 euro
    - Valore bici dopo tre mesi 150 euro (riduce il costo complessivo).
  • Alternativa bike sharing. Ovviamente non si avrà una bici di proprietà o sempre disponibile come nel caso del noleggio a lungo termine di SwapFiets, con tutte le limitazioni legate al fatto che ci devono essere stazioni disponibili, ci sono orari di servizio particolari (vedi Bikemi) o bici disponibili nelle vicinanze e che nel costo potrebbero incidere anche il numero di spostamenti nella giornata.
    • Bikem. La scelta più conveniente è sempre l’abbonamento annuale al costo di 36 euro
    • Movi By Mobike. L’alternativa più interessante è il Pass 90 giorni che costa 24,99 euro e che permette di usare la bici per 90 giorni per un numero illimitato di corse (per max 2 ore al giorno).
L’esempio di Anna

Anna è una studentessa del liceo e va a scuola in bici. Utilizzo medio della bici, 20 minuti al giorno per circa 180 giorni in un anno.

  1. Noleggio a lungo termine Swapfiets (modello Original) costo per sei mesi 95,4 euro
  2. Bici di proprietà: primo anno 265 euro (se si vende la bici 145 euro); negli anni successivi il costo sarebbe solo per la manutenzione 30 euro.
    - Costo bici 200 euro
    - Costo bici con bonus 80 euro
    - Costo catena e lucchetto 35 euro. 
    - Manutenzione 30 euro
    - Valore bici per rivendita 120 euro.
  3. Alternativa bike sharing. Ovviamente non si avrà una bici di proprietà o sempre disponibile come nel caso del noleggio a lungo termine di SwapFiets con tutte le limitazioni del caso legate al fatto che ci devono essere stazioni disponibili, ci sono orari di servizio particolari (vedi Bikemi) o bici disponibili nelle vicinanze e che nel costo potrebbero incidere anche il numero di spostamenti nella giornata.
    • Bikemi: 36 euro (non è possibile per chi ha meno di 16 anni). Se si ha anche abbonamento ATM under 26 prezzo scontato 12 euro. 
    • Movi By Mobike: (non è possibile per chi ha meno di 16 anni). L’alternativa più economica è il pass un anno che costa 79,99 euro.
La bici elettrica di Carla

Carla usa sempre la sua bici ogni giorno per una media di un’ora. Preferisce una bici elettrica che rende i suoi spostamenti più facili e meno faticosi.

  1. Noleggio a lungo termine Swapfiets: La bici elettrica di Swapfiets è una bici di buona qualità. Tra gli aspetti positivi c’è il motore Shimano Steps E6100 che permette 3 velocità, consentendo alla bici di avere una autonomia fino  a 200 km, che è una distanza notevole per una citybike e che, se si pensa ad una media di 30 km al giorno, consentono di coprire tutta la settimana lavorativa tranquillamente. Costo totale un anno 898,80 euro l’anno.
  2. Acquisto bici: il primo anno il costo complessivo è 2185 euro (che considerando il valore della bici si riduce a 685 euro). Poi se si ottiene il bonus mobilità il costo scende a 1635 euro (considerando il  valore della bici dopo un anno ad appena 135 euro. Negli anni successivi all’acquisto la manutenzione costerà 150 euro. 
    • Costo di acquisto bici 2.000 euro
    • Costo di acquisto bici con bonus mobilità: 1500 euro
    • Costo lucchetto e catena 35 euro
    • Manutenzione 150 euro l’anno 
    • Valore bici dopo un anno 1500 euro (riduce il costo complessivo).
  3. Alternativa bike sharing:
    • Bikemi: l’abbonamento annuale costa 36 euro ma ogni mezz’ora si paga una tariffa di 0,25 euro. Dunque, per l’uso di Carla sono 50 centesimi al giorno. Il costo complessivo su un anno è 182,50 euro.
    • Movi by Mobike: per le ebike non ci sono i pass. Quindi vale la tariffa di 1 euro ogni 20 minuti. Costo complessivo per Carla è di ben 1095 euro l’anno.

La convenienza dell’offerta

Il servizio si pone come alternativa all’acquisto di una bici oppure (con le dovute differenze) al bike sharing. Per i profili che abbiamo ipotizzato può convenire solo se si ha bisogno di una bici a Milano ogni giorno per un certo periodo di tempo (tre mesi). Su un anno la convenienza si riduce, interessante invece sempre il servizio di sostituzione della bici in caso di furto di una bici non elettrica. Pagando una franchigia, per il modello base di 40 euro, si ha la possibilità di avere la sostituzione della bici in caso di furto. Non male se consideri che ogni 30 secondi in Italia viene rubata una bicicletta (da statistiche Fiab). Più alto invece il costo di sostituzione della bici elettrica: si devono pagare 220 euro più 500 per la batteria. In totale 720 euro; anche se la bici ha un valore di mercato elevato si tratta di una franchigia elevata.