News

Rc auto indennizzo diretto

01 luglio 2011

01 luglio 2011

Con l’indennizzo diretto, in caso di incidente d’auto, si può chiedere il risarcimento alla propria compagnia invece che a quella del responsabile del sinistro. E la pratica deve concludersi al massimo entro tre mesi.

Quando si può chiedere
L’indennizzo diretto può essere chiesto se i conducenti hanno riportato lesioni fisiche di lieve entità (entro il 9%) oppure se l’incidente ha causato danni alla macchina. La procedura si applica solamente in caso di incidente tra veicoli a motore immatricolati e assicurati in Italia. Il tutto, poi, per legge deve concludersi nel giro di massimo 90 giorni.

La giusta procedura dopo l’incidente d’auto
1. Denunciate l’incidente alla vostra compagnia, compilando il cosiddetto Modulo Blu. Inserite tutte le informazioni necessarie, compresa l’eventuale presenza di testimoni e l’indicazione dell’autorità che ha redatto il verbale (polizia municipale, carabinieri…).
2. Se ritenete di aver subito l’incidente e quindi di essere la parte danneggiata, inviate la richiesta formale di risarcimento danni (con raccomandata a.r.) alla vostra compagnia o all’intermediario che vi ha venduto la polizza.
3. Tenete presente che la vostra compagnia ha il dovere di prestarvi assistenza: contattatela per qualsiasi dubbio riguardo alla compilazione della richiesta danni.
4. La vostra compagnia deve fare la sua offerta di risarcimento entro 60 giorni dalla richiesta per quanto riguarda i danni al veicolo (entro 30 giorni se il Modulo Blu è stato sottoscritto da tutti gli automobilisti coinvolti nell’incidente) ed entro 90 giorni per i danni fisici alle persone.


Stampa Invia