News

Bollette energia: in calo il gas, lievi rincari per la luce

Bollette del gas in ribasso (-6,7%) e fatture della luce in lieve rialzo (+3,3%): sono queste le previsioni di spesa per il prossimo trimestre. L'Arera ha diffuso l'aggiornamento delle tariffe dell'energia che impatteranno sui consumi domestici di luglio, agosto e settembre. Basta con le maxi bollette: è ora operativa la norma introdotta dall'ultima legge di bilancio che limita la possibilità di addebitare consumi arretrati per periodi superiori a due anni.

26 giugno 2020
contratti luce egas

Durante i prossimi tre mesi ci aspettano bollette del gas più leggere, mentre per quelle della luce c'è da aspettarsi qualche possibile rincaro, seppur contenuto. L'Arera, l'autorità di regolazione per energia reti e ambiente, ha diffuso l'aggiornamento trimestrale della tariffa del mercato tutelato: l'energia elettrica aumenta del 3,3% mentre per il gas si registra una forte diminuzione (-6,7%). 

Materia prima e stagionalità: cala il prezzo del gas

La riduzione del prezzo del gas è un dato particolarmente interessante. La ragione è da cercare in una diminuzione strutturale: il prezzo unitario della materia prima, ovvero la voce che subisce maggiormente le variazioni di mercato e la concorrenza, è passato dallo 0,2 euro/mc del primo trimestre del 2020 allo 0,08 euro/mc per i mesi di luglio, agosto e settembre. C'è poi da considerare la stagionalità, legata a un calo fisiologico della domanda durante i mesi estivi, che porta a una contrazione del prezzo. Ci si attende un rialzo per l'autunno, ma dati i presupposti è difficile che i prezzi per i clienti domestici tornino rapidamente ai valori precedenti.

+3% per l'energia elettrica, ma l'impatto è limitato

Come abbiamo anticipato, l'energia elettrica subisce un rincaro del 3% rispetto al secondo trimestre del 2020, questo però non ha un impatto rilevante sull'effettiva convenienza finale.  Abbiamo fatto una simulazione prendendo come riferimento un consumo annuo di 2.700 kWh per un'utenza domestica residente. Applicando i valori aggiornati su base annua, infatti, si nota che la tariffa regolata continua a essere comunque più cara del 14% rispetto le offerte più convenienti del mercato libero che hanno prezzo bloccato per 12 mesi.

Maxi bollette addio, arretrati per massimo due anni

Oltre alle novità relative alle tariffe, da fine maggio è  operativa una norma prevista dall'ultima legge di bilancio che limita la possibilità ai gestori di emettere le cosiddette "maxi bollette", frutto della fatturazione di anni e anni di consumi arretrati, non correttamente rilevati o conteggiati. La nuova regola stabilisce infatti che i fornitori possano fatturare i consumi di acqua, gas e luce relativi agli ultimi due anni. Questo avviene ora senza alcuna eccezione, sollevando anche il cliente finale dalla responsabilità della mancata o dell'erronea rilevazione dei consumi: in precedenza questo era uno dei casi che prevedeva la possibilità per il gestore di fatturare anche per periodi più lunghi. Oltre alla convenienza per i clienti, la nuova normativa incentiva di fatto i fornitori a fatturare tempestivamente e a proseguire la campagna di sostituzione dei vecchi contatori meccanici con i nuovi dispositivi elettronici, in grado di fornire la lettura dei consumi da remoto, come già avviene nel settore elettrico. 

Cosa fare per risparmiare sulla bolletta

La primavera e l'estate sono ottimi momenti per controllare se le condizioni economiche della nostra fornitura sono in linea con il mercato: le buone offerte in questo periodo non mancano, come dimostra anche il nostro comparatore per le offerte di luce e gas. Per risparmiare, però, non basta solo guardare i prezzi delle tariffe. Anche se questi sono in diminuzione ci sono altri parametri di cui tenere conto:

  • Controlliamo i dettagli della nostra bolletta: è un'operazione che dovremmo fare abitualmente e non soltanto di rado;
  • Sì alle offerte a prezzo bloccato, queste tariffe permettono infatti di stabilizzare il costo dell'energia e del gas per un periodo stabilito che, in genere, è di 12 o 24 mesi. Questo permette di tutelarsi da eventuali rincari dovuti alla stagionalità o a eventi straordinari;
  • Impariamo a leggere la bolletta in ogni sua parte. Nella sezione "Spesa per la materia energia" (nel caso della luce) o "Spesa per la materia gas" (nel caso del gas) viene riportato il prezzo unitario applicato ai nostri consumi: è la parte della tariffa decisa dal fornitore ed è quella soggetta alla concorrenza tra provider. Ricordiamo anche che, se non è stata riportata sulla fattura, è nostro diritto richiedere quest'informazione al nostro fornitore;
  • Utilizza il nostro comparatore per le offerte di luce e gas: puoi personalizzare il tuo profilo inserendo i consumi esatti e scoprire quali tariffe ti aiutano ad alleggerire la bolletta.

Confronta tutte le offerte di luce e gas