News

Caricatori solari portatili

22 giugno 2009

22 giugno 2009

Pannelli solari di piccola taglia, da portare in camper, in barca, agganciati allo zainetto, per sfruttare i raggi del sole e ricaricare piccoli apparecchi, come cellulari, mp3 e ipod.

I caricatori solari suscitano l'interesse di molti, anche se nei negozi è ancora difficile trovarli. Per ora è possibile acquistarli su internet.

Un fotovoltaico in miniatura
Ma vale la pena portarsene uno in vacanza? Alla prova, i risultati non sono luminosi. Il test ha esaminato cinque modelli ed è stato realizzato dai nostri colleghi svizzeri della rivista FRC.

La prima perplessità è che la ricarica va fatta in due tempi: non basta mettere sotto il sole il caricatore e collegare contemporaneamente ad esempio il cellulare; prima si devono rifornire le batterie del pannellino di energia solare (che non è sufficiente e va integrata con la corrente elettrica) e solo successivamente si può collegare il cellulare.

Tempi di ricarica lenti
I tempi di ricarica delle batterie interne del caricatore dipendono dalle condizioni meteo. Con un sole splendente e i raggi perpendicolari al caricatore i modelli più rapidi ci mettono dieci ore a ricaricarsi, altrimenti ci vogliono circa due giorni; se il cielo è nuvoloso, le ore di ricarica aumentano di molto.

Alcuni caricatori sono venduti con molti accessori per la connessione ad apparecchi diversi, altri modelli, come Uniross, non hanno dotazioni aggiuntive, quindi sono da comprare a parte.

Sistech Swiss solarcard, il prodotto migliore del test, si può acquistare su www.swissbatteries.com.


Stampa Invia