News

Fuori mercato anche le lampadine da 60 Watt

01 settembre 2011

01 settembre 2011

Siamo giunti al secondo step del programma di risparmio energetico voluto dall'Unione europea.
A piccoli passi verso la totale scomparsa delle lampadine di Edison.

Dopo circa un secolo e mezzo di onorato servizio, la lampadina inventata da Edison sta per andare definitivamente in pensione. Siamo giunti al secondo step del graduale abbandono dei bulbi classici. Da oggi, infatti, spariscono dal mercato le tradizionali lampadine da 60 Watt. Due anni fa erano state bandite quelle da 100 Watt, l'anno scorso quelle da 75 e piano piano spariranno tutte. L'Unione europea ha stabilito un calendario lento e progressivo per dire addio al passato (vedi il grafico in basso). A sostituire le tradizionali ci sono già le nuove lampadine a risparmio energetico: fluorescenti, alogene ad alta efficienza e led, presenti ormai in molte case.

Meno sprechi e meno emissioni 

Questo cambiamento radicale di abitudini comporta importanti novità, sia sotto il profilo del risparmio energetico (e quindi anche del portafoglio di ciascuno di noi) sia ambientali. Solo in Italia, si potranno risparmiare a partire da oggi, inizio del divieto di vendita delle lampadine da 60 Watt, 3 miliardi di KWh, pari a circa 1,3 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica.

Dopo circa un secolo e mezzo di onorato servizio, la lampadina inventata da Edison sta per andare definitivamente in pensione. Siamo giunti al secondo step del graduale abbandono dei bulbi classici. Da oggi, infatti, spariscono dal mercato le tradizionali lampadine da 60 Watt. Due anni fa erano state bandite quelle da 100 Watt, l'anno scorso quelle da 75 e piano piano spariranno tutte. L'Unione europea ha stabilito un calendario lento e progressivo per dire addio al passato (vedi il grafico in basso). A sostituire le tradizionali ci sono già le nuove lampadine a risparmio energetico: fluorescenti, alogene ad alta efficienza e led, presenti ormai in molte case.

Meno sprechi e meno emissioni 

Questo cambiamento radicale di abitudini comporta importanti novità, sia sotto il profilo del risparmio energetico (e quindi anche del portafoglio di ciascuno di noi) sia ambientali. Solo in Italia, si potranno risparmiare a partire da oggi, inizio del divieto di vendita delle lampadine da 60 Watt, 3 miliardi di KWh, pari a circa 1,3 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica.


Stampa Invia