News

La mappa del radon

01 gennaio 2009

01 gennaio 2009

Da quando è partita la nostra iniziativa di misurazione del radon nelle case dei soci che ne fanno richiesta abbiamo raccolto circa 3.500 adesioni.
Siamo in grado, quindi, di aggiornare il nostro monitoraggio con ulteriori dati sulla presenza di questo gas radioattivo nelle case degli italiani. In particolare, oggi, siamo in grado di fornire una mappa completa Regione per Regione.

I Numeri
In sei anni abbiamo raccolto esattamente 3.450 adesioni. La maggior parte dei soci che hanno richiesto le analisi abita in case monofamiliari, dotate di cantina, deposito o garage. Il radon è stato misurato con un dosimetro, nella stanza in cui si trascorre più tempo, nei locali più vicini al terreno, da cui solitamente proviene il gas.

Il nostro dato medio di concentrazione del radon è di 147 Bq/m³, un valore molto più elevato della stima nazionale ufficiale (70 Bq/m³). I valori più elevati sono stati rilevati in Campania, Lazio, Piemonte, Friuli e Toscana. Le province di Salerno, Roma, Viterbo, Latina, Biella e Pordenone sono le più a rischio.


Stampa Invia