News

Mercato elettrico prezzi in discesa, ma offerte poco chiare

01 aprile 2009

01 aprile 2009

Sono entrati in vigore gli aggiornamenti delle tariffe dell'elettricità e del metano stabiliti dall'Autorità per l'energia elettrica e il gas (Aeeg) per il prossimo trimestre.

Sono entrati in vigore gli aggiornamenti delle tariffe dell'elettricità e del metano stabiliti dall'Autorità per l'energia elettrica e il gas (Aeeg) per il prossimo trimestre. Continua il calo dei prezzi. Le offerte del mercato libero restano poco chiare, difficile scegliere per il consumatore.

Energia elettrica: le alternative sul mercato libero
Nel settore elettricità, la diminuzione del prezzo rispetto al trimestre precedente è del 2%: ci si aspettava una riduzione più consistente, ma si conferma comunque la tendenza al ribasso che caratterizza questi ultimi mesi.
Oltre a prestare attenzione agli aggiornamenti dell'Autorità, che saranno applicati a chi non ha ancora cambiato il proprio fornitore dopo la liberalizzazione del mercato domestico, siamo andati a guardare cosa succede nel mercato libero, ovvero fra le offerte messe a disposizione da vari fornitori con condizioni diverse da quelle stabilite dall'Autorità.
Le offerte pubblicizzate sono sempre più numerose e complesse. Non è facile per i consumatori orientarsi e capire cosa permette di risparmiare realmente.

Il nostro servizio ti aiuta a trovare la tariffa che fa per te"Energia Tutto Compreso": richiede precisione nei consumi
Tra le ultime offerte lanciate sul mercato, "Energia Tutto Compreso", di Enel è sicuramente la più pubblicizzata: prevede un prezzo bloccato per due anni e comprensivo di tutte le voci della bolletta ad eccezione delle tasse. Con "Energia Tutto Compreso" è stabilito un livello di KWh al mese per il quale si paga una quota a forfait. Oltre questa soglia si paga un costo al consumo per i KWh consumati in più.
Si tratta di un'offerta apparentemente semplice, poiché sembrerebbe che le uniche informazioni da considerare siano la quota a forfait mensile, la soglia mensile dei KWh, oltre la quale si paga a consumo e il costo al KWh per i consumi eccedenti la soglia. In realtà si tratta di un'offerta complessa, le cui caratteristiche sono diverse rispetto alle offerte sino ad ora proposte sul mercato. Fra gli aspetti che non ci convincono ("Energia Tutto compreso" diventa conveniente a patto che i nostri consumi mensili siano molto simili a quelli proposti dall'offerta e rimangano costanti ogni mese) c'è l'informazione contenuta nella scheda di confrontabilità, che serve a confrontare la spesa annua legata a questa tariffa con quella stabilità dall'Autorità. Si nota che per consumi pari a 1200 e 2700 KWh annui "Energia Tutto Compreso" permette di risparmiare molto (rispettivamente -15,6% -13,8% tasse escluse): si tratta dell'offerta più conveniente del mercato. Tale convenienza è però fondata sull'ipotesi che i consumi siano costanti di mese in mese, che è poco realizzabile in pratica. In questo caso, quindi, l'informativa contenuta nella scheda di confrontabilità è fuorviante.

In conclusione possiamo dire che non è facile orientarsi nel mercato libero dell'energia elettrica e non è facile trovare la tariffa che ci consente di risparmiare veramente. Le offerte non mancano, ma solo con calcoli precisi e si può capire se sono realmente adatte alle nostre abitudini e al nostro profilo di consumo.


Stampa Invia