Come testiamo

Come testiamo i materassi

materasso

Per testare i materassi ci siamo concentrati sulle caratteristiche (rigidità, isolamento termico, intensità dell'effetto memory), le prestazioni (sostegno del corpo, traspirabilità, sostegno puntuale) e la durabilità.

Caratteristiche dei materassi

Misuriamo: la rigidità, l'isolamento termico e l'intensità dell'effetto memory.

  • Rigidità del materasso. I materassi vengono così da noi classificati in tra molto morbidi, morbidi, medi e rigidi. È importante notare che, sebbene la metodologia di misura della rigidità dei materassi sia regolamentata dallo standard EN 1957 (e consente di ottenere valori da 1 a 10, dove 1 è il valore più rigido), le nomenclature non lo sono. Il nostro laboratorio ha usato le più ragionevoli: 0-1: molto rigido,  1-3: rigido, 3-5: medio, 5-7: morbido, 7-10: molto morbido. I produttori, però, possono utilizzare altri range e altre nomenclature. Ecco perché spesso la nostra classificazione di rigidità non sempre corrisponde con quella dei produttori.

materasso rigidità

  • Isolamento termico. Il materasso è posto in una camera climatizzata a 0°C e al 50% di umidità relativa. Sul materasso viene apposta una apposita placca in rame, scaldata elettricamente a 37°C tramite un termostato, e che può scambiare calore solo attraverso il materasso. Viene così misurato, tramite i kWh forniti alla placca per mantenerne la temperatura di 37°C, l’isolamento termico offerto dal materasso. L’isolamento termico in sé non rappresenta un indice di qualità del materasso, ma consente di capire  quanto è adatto per persone che preferiscono il caldo o il fresco durante il sonno. I materassi che trattengono di più il calore sono adatti a persone che preferiscono un certo calore durante il sonno. Invece i materassi che trasmettono maggiormente il calore attraverso di essi, trasmettono verso l’esterno il calore del corpo e consentono quindi di avere una maggiore sensazione di freschezza durante il sonno: sono quindi adatti a chi preferisce dormire più al fresco. La colonna di riferimento in tabella è “Livello di calore”.
  • Intensità dell'effetto memory. Per i materassi che hanno almeno uno strato in memory foam, misuriamo anche l’intensità dell’effetto memory, cioè quella caratteristica tipica del memory foam di assecondare e adattarsi alle varie pressioni generate dalle diverse parti del corpo, modificando la propria forma. Il test viene eseguito utilizzando uno strumento di prova con diverse calibrazioni per eseguire delle precise pressioni sul materasso, misurando poi la risposta del materasso. Non necessariamente un effetto memory più leggero significa minore qualità: dipende da quanto l’utente gradisce l’effetto memory (alcuni ad esempio potrebbero ritenerlo scomodo se è troppo intenso).