News

Detergenti poco naturali

11 marzo 2013

11 marzo 2013

Cif PowerPro natural, sgrassatore e bagno, e Lysoform protezione e natura si presentano come detergenti naturali. In realtà sono formati principalmente da acqua e, nella lista degli ingredienti, sono presenti allergeni e profumi. Abbiamo segnalato la questione all’Antitrust.

L’azienda Unilever pubblicizza come naturali alcuni dei suoi detergenti per la pulizia della casa: Cif PowerPro natural e Lysoform protezione e natura. Peccato però che la lista degli ingredienti contraddica quanto dichiarato sulla confezione dei prodotti. Per questo abbiamo segnalato la questione all’Autorità garante della concorrenza e del mercato.

Cif: i prodotti PowerPro contengono conservati e allergeni
Le pubblicità di Cif PowerPro natural sgrassatore e di Cif PowerPro natural bagno sostengono che questi prodotti siano naturali, rispettivamente al 99% e al 98%. Siamo andati a verificare sul sito della Unilever. Effettivamente Cif sgrassatore contiene un tensioattivo di origine naturale, il coco-glucoside, e Cif bagno ha un componente vegetale, il sodium lauryl sulfate. Questi due tensioattivi di origine naturale, però, sono presenti in quantità molto basse: sulla confezione viene riportata una quantità inferiore al 5%. Il primo componente utilizzato in questi detergenti è l’acqua. Inoltre, i prodotti contengono un conservante, il benzisothiazolinone e alcuni allergeni da profumo: il geraniol, il limonene e il linalool.

Lysoform protezione e natura: non è naturale al 100%
La pubblicità di Lysoform protezione e natura sostiene che i detergenti usati nel prodotto siano al 100% di origine naturale. Anche in questo caso siamo andati a verificare sul sito della Unilever. La lista degli ingredienti non supporta quanto detto dalla pubblicità. Nell’elenco troviamo al primo posto l’acqua, al secondo il cloruro di benzalconio, molto irritante per gli occhi e tossico per l’ambiente acquatico, e solo al terzo il coco-glucoside, unico tensioattivo di origine naturale. Inoltre, sono presenti anche alcuni allergeni da profumo e diversi coloranti inutili ai fini della pulizia.
Questi i motivi che ci hanno indotto a segnalare i prodotti al Garante.

Consulta il test sui detergenti multiuso e trova quello che fa per te.


Stampa Invia