News

Igiene in cucina sai tutti i trucchi

01 maggio 2009
igiene in cucina

01 maggio 2009

Lavare bene e cuocere la verdura: la nostra inchiesta sui nitrati dimostra che è necessario. Sai tutto sull'igiene in cucina? Mettiti alla prova con i nostri quiz e il nostro gioco interattivo.

Dalla nostra inchiesta sui nitrati nelle verdure è emerso che in molti casi questi inquinanti sono presenti in quantità rilevante. Un primo trucco: lavare sempre bene la verdura. Ma in cucina sono tanti i trucchi che aiutano a proteggere il nostro benessere. E con il caldo diventano ancora più importanti.

Cosa sono i nitrati
I nitrati sono composti chimici presenti naturalmente nel terreno, soprattutto in zone inquinate o troppo fertilizzate, che si accumulano nelle piante, soprattutto in quelle a foglia verde, che possono essere potenzialmente pericolosi per la nostra salute. Queste sostanze, infatti, possono trasformarsi in particolari condizioni in nitriti (tossici) e nelle più pericolose nitrosamine, potenzialmente cancerogene. A oggi, tuttavia, non esistono studi scientifici che hanno messo in relazione diretta l'assunzione di nitrati con l'insorgenza di malattie tumorali.

Perché cambiare la legge
Sebbene non ci siano immediati pericoli per la salute, il principio di precauzione vuole che si assumano il minor livello di nitrati possibile. Per questo l'Oms ha messo a punto soglie per adulti e bambini, chiamate dosi giornaliere raccomandate, da non superare. Le nostre analisi dimostrano che, sebbene esista una legge europea che stabilisce un limite per i nitrati in alcune verdure, le dosi giornaliere raccomandate dall'Oms vengono spesso abbondantemente superate con una semplice porzione di coste o spinaci, soprattutto se questi ortaggi sono destinati ai bambini. La legislazione europea è quindi troppo morbida: da un lato perché non fissa un limite per tutte le verdure a rischio, dall'altro perché non è tarata sulle porzioni effettivamente consumate.

Come tutelarsi
Mangiare verdure a foglia verde è comunque importante per una dieta equilibrata e non vi diciamo di rinunciarvi. L'importante è variare il tipo di verdura, consumando questi ortaggi non più di due volte a settimana e preferibilmente d'estate (in inverno potete optare per i surgelati, che contengono meno nitrati).

Lavate, sbucciate e cuocete le verdure: la cottura abbatte il livello di nitrati, ma l'importante è non utilizzare l'acqua di cottura.

Aumentate il consumo di vitamina C, magari usando il limone come condimento. Gli antiossidanti, infatti, limitano la trasformazione dei nitrati nell'organismo.


Stampa Invia