News

Packaging: non sempre ecologico

01 dicembre 2009

01 dicembre 2009

Ci sono imballaggi che sembrano ecologici, ma danneggiano più di altri l'ambiente. Ecco come scegliere quelli che inquinano meno.

Il materiale usato negli imballaggi
Quello che conta, nel determinare quanto è ecologico un imballaggio, è la quantità e la tipologia di materiale utilizzato: da questo dipende l'impatto finale che ha sull'ambiente. Per quanto non sia evidente a prima vista, infatti, ogni imballaggio comporta un consumo elevato di risorse, produce un danno all'ecosistema, ha ripercussioni sulla salute dell'uomo.

Impatto ambientale del packaging
Abbiamo valutato l'impatto ambientale globale di diversi tipi di imballaggi, con un sistema internazionalmente riconosciuto che utilizza un metodo all'avanguardia; inoltre abbiamo valutato le emissioni nocive (come anidride carbonica, metano...), che nel lungo periodo hanno effetto sul clima. In pratica, abbiamo fatto l'analisi dell'intero ciclo di vita dell'imballaggio. La nostra inchiesta dimostra che i produttori fanno sforzi diversi per ridurre l'impatto sull'ambiente degli imballaggi.

Una legge zoppa
La legge oggi in vigore non aiuta. Da una parte i Paesi membri sono chiamati a ridurre la produzione di imballaggi, dall'altra mancano indicazioni concrete e precise su come farlo. Non essendoci poi penalizzazioni né sanzioni di sorta, i produttori sono poco stimolati a occuparsi del packaging in un'ottica ambientale.

Quale packaging scegliere?
Perché si avvicini a un modello ideale un imballaggio deve:

  • sfruttare al massimo lo spazio, senza sprechi;
  • essere di un solo materiale, facilmente separabile e riciclabile;
  • poter essere comprimibile senza fatica;
  • essere ricaricabile o riutilizzabile ogni volta che è possibile.

E, infine, non deve esserci proprio, se non è davvero necessario.


Stampa Invia