News

Pellet radioattivo, chiama il 115 o il 113. L'importatore precisa

16 giugno 2009

16 giugno 2009

In questi giorni si è diffuso in Italia l'allarme pellet, il combustibile usato per le stufe apposite. In una partita di ecocombustile marchiato Natur Kraft sono state individuate tracce di Cesio137, una sostanza radioattiva. Contattare i Vigili del Fuoco (115) o la Questura (113): il prodotto verrà ritirato a domicilio.

In questi giorni si è diffuso in Italia l'allarme pellet, il combustibile usato per le stufe apposite (in Italia ce ne sono circa 700 mila secondo i dati della Coldiretti). In un sacchetto di ecocombustile marchiato Natur Kraft sono state individuate tracce di Cesio137, una sostanza radioattiva. Se hai in casa questo prodotto (o lo hai usato e nella stufa sono rimaste le ceneri - da non toccare), contatta i Vigili del Fuoco (al numero unico 115) o la Questura (al 113). Provvederanno al ritiro e allo smaltimento. In ogni caso è bene sapere che allo stato inerte, cioè così come lo hai comprato, il prodotto non risulta essere dannoso per la salute. A essere pericolosi sono i fumi prodotti e le ceneri.  Se ne sei venuto a contatto, il consiglio fornito dai Vigili del Fuoco stessi è di rivolgersi a un medico.  

L'importatore dice la sua

Il pellet incriminato arriva dalla Lituania ed è venduto in tutta Italia. Il problema è sorto in seguito al sequestro di una confezione disposto dalla Procura di Aosta. Da noi contattato, il responsabile commerciale della società importatrice (Emmelle Eco Division) sottolinea che la contaminazione riguarderebbe solo il sacchetto in cui è stata effettivamente rilevata la presenza di Cesio 137. Analisi più allargate avrebbero dato esito negativo. Fino a che la situazione non sarà più chiara, riteniamo che sia opportuno seguire le indicazioni precauzionali ribadite dai Vigili del Fuoco.

Il nostro test sul pellet
Ricordiamo comunque che nel numero di febbraio di Altroconsumo avevamo pubblicato un test proprio con il pellet e le stufe che lo utilizzano. Dalle nostre analisi, non erano emersi risultati preoccupanti per la salute: nei prodotti controllati (tra i quali non c'erano però quelli della Natur Kraft) avevamo verificato la presenza di azoto, cloro, piombo, mercurio, cadmio, cromo. L'analisi sulle ceneri era stata effettuata sulla presenza di rame, zinco, arsenico, zolfo e sodio. Tutti i risultati erano stati più che soddisfacenti.


Stampa Invia