News

Pitture per pareti lavabili

01 settembre 2010

01 settembre 2010

Nel complesso escono bene dal nostro test le idropitture lavabili per pareti, che si applicano facilmente e donano un bianco uniforme. Su un punto, però, non brillano: proprio la lavabilità. Potrete rinfrescarle con un panno umido, ma le macchie resistono.

Pitture per tutta la casa
Le idropitture testate sono adatte per tutti i locali della casa, a meno che questi non presentino particolari problemi di condensa e umidità: in questo caso vi consigliamo di scegliere quelle traspiranti.

All'apertura del barattolo
Anche se nessuna delle vernici provate ha presentato anomalie particolari al momento dell'apertura, a volte può succedere che il prodotto non venga correttamente conservato prima della vendita: se una volta aperto, notate un odore sgradevole o strani grumi che non spariscono mescolando, portatelo indietro al rivenditore e fatevelo rimborsare o sostituire.

Non molto lavabili
Nonostante il loro nome, le pitture non sono risultate realmente lavabili: potrete rinfescarle e rendere il bianco più brillante passando un panno umido, ma se c'è una macchia vera e propria (di caffè, vino, inchiostro…) il rischio è di fare peggio.

Nessun problema di sostanze dannose nelle pitture
Durante il nostro test siamo andati alla ricerca di eventuali sostanze dannose per la salute o per l'ambiente, e in particolare di formaldeide e composti organici volatili, i cosiddetti COV che evaporano dalla vernice espandendosi nell'aria. Nessuna delle pitture lavabili rilascia quantità elevate di formaldeide. Anche i valori di COV riscontrati sono risultati accettabili per tutte le pitture, e nessuno dei prodotti sembra destare particolari rischi.

Marche del test
  • Attiva
  • Boero
  • Brico
  • CP Italia
  • Geckos
  • Impact
  • Max Meyer
  • Mister Color
  • Paramatti
  • Solvea

Stampa Invia