Consigli

Pulizie più ecologiche? Sì, con bicarbonato & Co.

06 giugno 2014

06 giugno 2014

Bando ai detersivi: usa bicarbonato, percarbonato e soda, che sono efficaci tanto quanto molti prodotti specifici, grazie al loro potere igienizzante e sgrassante. Così risparmi, proteggi la tua salute e l'ambiente. Ecco per cosa e in che modo usare in casa questi tre sali "miracolosi".

Un detersivo per ogni uso, uno per ogni superficie, uno per ogni tipo di sporco. Su questo l'industria ha puntato tutte le sue carte per occupare qualsiasi nicchia di mercato. Ma, spesso, come approfondiamo nel nostro speciale, non facciamo altro che fare più danni evitabili all'ambiente, alla salute (con maggiori rischi di irritazioni) e al portafogli.

Sai che basterebbero tre sali - bicarbonato, percarbonato e carbonato di sodio - per sgrassare e igienizzare come con i detersivi tradizionali, riducendo tutti questi "effetti collaterali"?

Come usare i tre sali "magici"

Ecco alcune delle pulizie per cui queste tre polveri miracolose sono l'ideale.

Bicarbonato di sodio: multiuso e pratico, è facilmente reperibile in tutti i supermercati.

  • Per le stoviglie: mischiato con l'acqua è l'ideale per disincrostare i piatti.
  • Per le fughe delle piastrelle: usa una spugna e una soluzione di acqua e bicarbonato.
  • Per l'argenteria ossidata: basta cospargerne un poco su una spugnetta umida e sfregare per pulire senza lasciare aloni né graffi.
  • Per assorbire gli odori: se ne può lasciare un po' in una ciotolina in frigo e nella scarpiera.
  • Per i mobili del giardino: cospargine un po' sopra, prima di riporli per l'inverno. Li preserverai dalla formazione di muffe.
  • Per i giocattoli: il bicarbonato, disciolto in acqua, è perfetto grazie al suo potere igienizzante.
  • Per i tappeti: cospargilo e lascialo agire per qualche ora, poi passa l'aspirapolvere, i colori del tessuto si ravvivano.
  • Per frutta e verdura: ottimo anche per questi alimenti visto che è un sale che può essere anche ingerito.

Percarbonato di sodio: sbiancante, igienizzante e ravviva tessuti, si trova per lo più in negozi specializzati o in farmacia (se puro, può essere pericoloso: usa sempre i guanti); al supermercato è in genere contenuto negli sbiancanti a base di ossigeno.

  • Per sbiancare e smacchiare tessuti: usalo al posto della candeggina a temperature tra i 40 e i 60 °C. Non è adatto a tessuti delicati come lana e seta; fai attenzione ai colorati, potrebbe scolorirli.
  • Per il bucato a mano: aggiungi un cucchiaio di percarbonato in 5 litri di acqua, lascia in ammollo (un'oretta i bianchi, mezz'ora i colorati) e poi risciacqua.
  • Per la lavatrice: aggiungi un cucchiaio nella vaschetta del detersivo o del prelavaggio.

Soda (carbonato di sodio): da non confondere con la corrosiva "soda caustica", si trova soprattutto nei negozi di casalinghi, nelle ferramenta e in farmacia (ma qui è più cara). Ha più o meno gli stessi usi del bicarbonato, ma va usata con maggiore cautela (sempre con i guanti) perché è più aggressiva contro l'unto e lo sporco incrostato.

  • Per barbecue e caminetti: diluito con l'acqua, su una spugna, aiuta a rimuovere il grasso bruciato.
  • Per le bottiglie di olio e vino: una soluzione di acqua e soda ti aiuterà a eliminarne i residui.
  • Per il garage: con la soda si riesce a rimuovere lo sporco e le tracce di unto particolarmente ostinati.

Stampa Invia