News

Caldaia: quando conviene quella a condensazione

06 novembre 2012
caldaia

06 novembre 2012

Costa di più di una caldaia tradizionale, ma consente un bel risparmio sulle spese di riscaldamento perché ottimizza i consumi. Ecco a chi conviene investire in una caldaia a condensazione.

Le caldaie a condensazione sono quelle che consentono di ottimizzare al meglio i consumi: al contrario delle tradizionali, infatti, permettono di recuperare e sfruttare anche il calore dei fumi prodotti dalla combustione (di metano, gpl o gasolio) e del vapore acqueo che i fumi contengono. Questo consente di sfruttare una risorsa di calore in più, dunque, che nelle caldaie tradizionali invece va dispersa e, di conseguenza, guadagnarci durante l’uso risparmiando sui consumi di combustibile. Dal punto di vista dell’efficienza le caldaie a condensazione ottengono ottimi risultati in gran parte dei casi e in tutte le differenti condizioni di utilizzo che abbiamo ipotizzato per il nostro test.

Il prezzo d’acquisto è sceso
Certo, benché il loro prezzo sia in calo (negli ultimi cinque anni è sceso di circa 500 euro) rispetto alle tradizionali le caldaie a condensazione continuano a costare molto di più, spesso oltre il doppio, un costo che – in alcuni casi - è possibile ammortizzare bene nel tempo grazie, appunto, ai risparmi sui consumi energetici. In altri casi, probabilmente, ci si può accontentare di una caldaia vecchio stile.

A chi conviene una caldaia a condensazione
In quali casi una caldaia a condensazione conviene più di una tradizionale?

  • Questi apparecchi hanno le prestazioni migliori a temperature basse, quindi quando i termosifoni sono regolati in modo da non essere troppo caldi; comportamento possibile se, ad esempio, la vostra casa è adeguatamente isolata per non disperdere calore: uno dei metodi più adatti a questo tipo di caldaia è quello dei pannelli radianti, che si trovano dietro le pareti, il tetto o il pavimento e sfruttano il calore attraverso un apposito sistema di tubazioni.
  • Inoltre un buon risparmio si avrà quanto più si spende in riscaldamento: quindi quanto più la casa è grande e il clima freddo.
  • Una caldaia tradizionale può essere preferibile anche se la casa è spesso vuota durante il giorno e quindi la caldaia è spenta per molte ore.

I risparmi di metano, rispetto all’uso di caldaie tradizionali, ci sono comunque, ma – per riuscire a recuperare in un tempo ragionevole  l’elevato costo di acquisto della condensazione - se la casa è piccola e ha solo i radiatori, va bene anche usarne una tradizionale, che costa molto meno.

Marche testate
Baxi
Beretta
Ferroli
Immergas
Junkers
Riello


Stampa Invia