ultimo aggiornamento: 08/05/2019

Pompa di calore e Fotovoltaico

Due anni fa' ho istallato una pompa di calore in casa, cosi' eliminando la caldaia a gas.Ho un notevole risparmio economico,rispetto i costi del gas,e gia' per questo sono contento.Pero' ora ho deciso di istallare un impianto fotovoltaico che mi dovrebbe fornire 3 KW di corrente elettrica tranquillamente durante il giorno,riducendomi i costi della bolletta di circa il 70 % dai calcoli forniti dalla ditta istallatrice.Qualcuno mi puo' dire se questo e' vero?, Se e' conveniente fare questa spesa ? Con i nuovi contributi statali ed europei invece di pagare la bolletta luce per dieci anni, questi soldi andrebbero ad ammortizzare il costo dei pannelli solari.Che avranno una durata di 30 anni riducendo i costi bolletta di circa il 70%.

Partecipa alla community!

  • Cerca chi ha avuto la tua stessa esperienza
  • Confrontati con chi ha il tuo stesso problema
  • Consiglia gli utenti che hanno bisogno di te
  • Condividi le soluzioni che hai adottato

Registrati gratuitamente al sito per partecipare

Entra o Registrati

Risposte

User name
Vito Marangi
30/06/2018

ciao... 3kw mi sembrano pochi se hai una pompa di calore... devi considerare che a seconda di dove ti trovi potresti produrre circa 3500 4000 kw annui... quindi se sei sotto questi consumi ok... altrimenti devi aumentare la potenza..
ps. ora vorrei info io sulla pompa di calore! cosa hai montato?

User name
MILO SEFCEK
23/01/2019

Ciao, io sto pensando di installare una sonda geotermica con pompa di calore, da usare per riscaldare l'acqua nei termosifoni in ghisa, che ho in casa ed anche per la produzione di acqua calda sanitaria (ACS). Dal momento che, da quello che ho letto, la pompa di calore con sonda geotermica consuma circa 1.5 kW, pensavo di installare anche dei pannelli fotovoltaici sul tetto, almeno 4.5-5 kW. Il costo di un pannello, oggi, acquistato direttamente dal produttore, è di € 0,22/W, il che significa che 1 kW di pannelli costerebbe 220 €. Questi prezzi sono franco porto di Rotterdam, cui bisogna aggiungere il trasporto, eventuale sdoganamento, IVA. Ad ogni modo sono prezzi molto competitivi per pannelli molto buoni. Durata media di tali pannelli: 25 anni. Al 25o anno si può avere una diminuzione dell'efficienza max 10%.Da quello che so, bisognerebbe acquistare almeno una cinquantina di pallets, per cui bisognerebbe creare un gruppo d'acquisto. Massima disponibilità da parte mia.

User name
CARMELA CASOLE
06/03/2019

Salve, vorrei sapere dove si possono acquistare questi pannelli, e, se lo avete fatto, come vi trovate. Grazie

User name
SERGIO LAPIS
23/03/2019

Pure io vorrei saperlo. Potrei essere disponibile a far parte di un gruppo d'acquisto

User name
Tantinets
06/05/2019

Comprarli direttamente dal produttore è sicuramente più economico, però poi chi li monta? e l'inverter il cablaggio, l'allaccio alla rete e tutte le altre voci dell'impianto? Anche quelle contribuiscono a fare il costo totale dell'impianto, non è mica un frigorifero che lo compri e attacchi la spina.

User name Moderator
Vittoria | Moderatore
08/05/2019

Ciao Mirco!
L’elettrificazione dei consumi domestici (il passaggio cioè dall’uso del gas naturale a quello dell’elettricità nei consumi delle abitazioni) è uno degli obiettivi nazionali e comunitari, in quanto consente di sfruttare al meglio la produzione rinnovabile, diminuire la dipendenza dal gas naturale ed assicurare così una maggiore indipendenza energetica e un minor impatto ambientale.
I sistemi elettrici di riscaldamento a pompa di calore, in virtù della loro alta efficienza permettono già di risparmiare rispetto alle caldaie tradizionali, ma abbinati a un impianto solare fotovoltaico consentono risparmi ancora più elevati perché a quel punto l’energia elettrica necessaria al loro funzionamento verrebbe prodotta e consumata direttamente sul posto senza ulteriori spese.
Però, è necessario avere un dimensionamento accurato che tenga conto dei consumi della tua caldaia distribuiti nel tempo (durante il giorno e durante l’anno) e della tua abitazione in generale, per calcolare in maniera accurata quali sarebbero i risparmi e di conseguenza il tempo necessario per ripagare l’impianto fotovoltaico anche a fronte degli incentivi: superato questo periodo, il risparmio sarà netto.
Per quanto riguarda la vita utile dell’impianto, generalmente si aggira tra i 20 e i 30 anni, considerando però che, col passare degli anni, la manutenzione e magari la sostituzione di qualche componente diventi necessaria e vada quindi messa da conto.
Buona giornata!

comunità europea
Questo progetto ha ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea nell’ambito della convenzione di sovvenzione n. 749402