ultimo aggiornamento: 18/04/2019

Fotovoltaico e accumulo

Sono un nuovo utente  abito a Caltagirone e vorrei installare un impianto fotovoltaico con acculo, ho due falde inclinate esposte a sud piu che sufficienti ad installare i pannelli necessari, Il mio fabbisogno è di kW 6 con consumo annuo non inferiore a 9.500 hWh.

Mi hanno offero un impianto da 5,50 Kw con pannelli Viessmann Vitivolt 300 monocristallino tipo M335PC della potenza di 335 Wp efficenza modulo fino al 20,20%; con accumulo virtuale da 5.0 Kwh della Sonner provvisto di inverter iglobato  da consumare nelle ore notturne o in inverno, con un regalo annuo di 1500 kWh. Costo dell' impianto € 14.000 

Desidero sapere se l'impianto per ricaricare necessitano circa 5 ore e nelle ore solari vorrò far funzionare il più possibile  in estare motore piscina, acquario, elettrodomestici, ecc. (da valutare che siamo due famiglie di 3+2 persone), come potrà il fotovoltaico alimentare queste utenze e nel contempo ricaricare l'accumulo ? per caso sottodimensionato.

Il risparmio sulle bollette, in considerazione del mutare delle stagioni mi dicono che può essere max l'80%. 

Il tutto è conveniente o sarebbe opportuno affidarsi solo ai pannelli fotovontaici.

Si ringrazia per l'attenzione e per i suggerimenti proposti.

Dino   

Partecipa alla community!

  • Cerca chi ha avuto la tua stessa esperienza
  • Confrontati con chi ha il tuo stesso problema
  • Consiglia gli utenti che hanno bisogno di te
  • Condividi le soluzioni che hai adottato

Registrati gratuitamente al sito per partecipare

Entra o Registrati

Risposte

User name Moderator
Vittoria | Moderatore
18/04/2019

Ciao Placido! Il tuo consumo annuo rende allettante la possibilità di installare un impianto fotovoltaico con accumulo fisico (batteria), perché i risparmi ottenibili da una soluzione del genere possono andare a ripagare l’investimento iniziale in un tempo interessante.
Una soluzione di fotovoltaico più accumulo, nel tuo caso, ha senso solo se i consumi delle due famiglie sono conteggiati dallo stesso contatore elettrico, altrimenti l’impianto andrebbe a favorire solo una delle due utenze e sarebbe in questo caso sovradimensionato per quella utenza, non consentendo risparmi all’altra.
Analizziamo l’offerta che ti hanno fatto (non ha aspetti né negativi né positivi). Se la confrontiamo con con gli impianti FV (comprensivo di inverter) realizzabili con il nostro gruppo d’acquisto, vediamo che un impianto da circa 6 kW può venire a costare tra gli 8750 euro e i 11950 euro a seconda dei materiali scelti e adoperati. Un’offerta comprensiva di inverter è, in generale, più conveniente rispetto all’acquisto dei singoli pannelli. Il rovescio della medaglia, però, è che si complica l’integrazione dell’impianto nel suo complesso e si vincola il funzionamento dell’impianto FV al funzionamento della batteria di accumulo fisica.
L’accumulo “virtuale” da 1500 kWh, infine, andrebbe a compensare quei consumi elettrici che rimarrebbero esclusi dall’autoconsumo dell’energia prodotta dal FV durante il giorno e quella accumulata in eccesso nella batteria fisica.
Il tuo dubbio è pertanto lecito, in quanto un autoconsumo notevole dell’energia solare durante il giorno permetterà una ricarica più lenta e/o parziale della batteria, consentendo quindi un suo sfruttamento parziale ai fini del risparmio nelle ore senza luce solare.
La convenienza o meno del sistema è quindi legata alle tue abitudini di consumo di energia elettrica e al profilo di consumi degli elettrodomestici e apparecchi elettrici che hai in casa.
Se consideriamo un consumo annuo di circa 9500 kWh, si può stimare (con un prezzo medio di 0,21 cent/kWh dell’energia) una bolletta annua di circa 2000 euro e assumendo un risparmio fino all’80% con un sistema ben progettato e un conseguente impegno nella redistribuzione dei consumi durante il giorno, si vede che una spesa di 14000 euro si può ammortizzare in meno di 10 anni, consentendo poi risparmi sostanziosi per il resto della vita dell’impianto.

Il nostro suggerimento è quello di cercare di valutare il proprio profilo di consumi giornaliero e stagionale per capire se il sistema può effettivamente stare in piedi e permettere i risparmi desiderati.
Buona serata!

comunità europea
Questo progetto ha ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea nell’ambito della convenzione di sovvenzione n. 749402