ultimo aggiornamento: 07/09/2020

Comunicazione Tim fisso: aumento costo spedizione bolletta

Buongiorno a tutti.

Dopo diverse disavventure con la TIM, sia per quanto riguarda la telefonia fissa che quella mobile, alla luce di una nuova comunicazione ricevuta vorrei muovermi nel modo più opportuno senza incorrere in altri labirinti e fregature da parte della società.

Ci è arrivato un avviso relativo ad un aumento del costo di emissione e spedizione della fattura cartacea. Ci viene anche comunicato che se non si accetta l'aumento si può recedere anticipatamente dal contratto senza l'accollo dei costi di cessazione anticipata del contratto stesso. Nell'ipotesi volessimo recedere da contratto ma in fattura ancora ci sono delle rate modem e altri servizi addebitati da pagare, gli importi ancora dovuti (12 rate circa) devono essere pagati in un'unica soluzione o non sono più dovuti? Se si dovesse invece decidere di mantenere il contratto TIM in piedi , è possibile solo comunicare che non si desidera più ricevere la bolletta cartacea ma solo quella elettrica con la decurtazione sulla bolletta del relativo importo? Il mezzo migliore per tale comunicazione è solo la PEC?

Tale comunicazione da parte del gestore viene fatta anche per  comunicare che la TIM sta procedendo ad un adeguamento tecnologico dei loro impianti: il costo di questo adeguamento può ricadere sul cliente in virtù del contratto in essere? Ci sono dei modi per tutelarsi anticipatamente anche con comunicazione scritta?

Rimgrazio anticipatamente per il supporto ci mi fornirete.

Tim
148 Visualizzazioni 0 Commenti 0 Mi piace

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

User name

Commenta il post

Condividi la tua opinione o fai la tua domanda nel gruppo Contratti della comunità Internet e telefono!

Per commentare i post della community devi essere registrato al nostro sito.

Registrati                fai la login

Risposte

Nessun utente ha ancora risposto