News

iRobot Braava, per pulire i pavimenti meglio scopa e straccio

05 aprile 2014
irobot

05 aprile 2014

Possono pulire a secco o ad acqua e dicono di togliere polvere, peli di animali e macchie dai pavimenti. Peccato però che iRobot Braava 320 e 380 non mantengono le promesse e sono decisamente costosi.

iRobot Braava 320 e 380 sono pubblicizzati come “robot intelligenti” in grado di rimuovere dalla superficie dei pavimenti polvere, peli di animali e macchie (ad esempio un liquido che si rovescia in terra). Per pulire utilizzano dei panni in microfibra asciutti o bagnati, ma non aspirano come invece fanno i normali robot aspirapolvere.

Se invece stai cercando un prodotto un po' più "tradizionale" per aspirare la polvere quotidiana puoi consultare uno dei nostri test:

Potrai confrontare prezzi e caratteristiche di decine di prodotti, scegliere il modello più adatto alle tue esigenze e scoprire il negozio dove lo puoi acquistare al prezzo più conveniente.

Nella versione 380 il serbato dell’acqua che umidifica il panno in microfibra è già presente, mentre nella versione 320 deve essere acquistato a parte come accessorio.
Il serbatoio

Prestazioni deludenti

Per valutare l’efficacia di questi robot abbiamo sparso su una superficie grumi di polvere, peli di animali e fango. I risultati però non sono molto soddisfacenti.

  • Rimozione di polvere e peli di animali. Nella modalità di pulizia a secco, il movimento per linee parallele sposta la polvere e i peli agli angoli delle pareti, dove si accumulano. Va un po’ meglio con la modalità ad acqua perché il cambio di movimento impedisce l’accumulo. Anche in questo caso, però, peli e capelli vengono catturati solo dalla parte esterna del panno non in quella centrale.
  • Abbiamo sporcato la superficie con cioccolato, uova e ketchup. Con la pulizia a secco c’è bisogno di molti passaggi prima che lo sporco venga rimosso. Il lavaggio è più soddisfacente: le macchie vengono eliminate dopo pochi passaggi. Se però si seccano, in entrambi i casi, i risultati peggiorano.
  • Rimozione del fango. Quando la macchia è ancora fresca, nella modalità a secco i robot rimuovono quasi l’80% al primo passaggio. Se però il fango si secca i risultati peggiorano. Nessun problema con il lavaggio.
Peli e capelli vengono catturati solo dalla parte esterna del panno non in quella centrale.
Peli di animali

Vale la pena comprarli?

Sconsigliamo l’acquisto di Braava 320: i risultati lasciano molto a desiderare e funziona bene solo nella modalità ad acqua (che però è un accessorio che va comprato a parte). Meglio Braava 380 che ottiene buoni risultati in tutte le nostre prove, ma il prezzo è alto: 280 euro.

Braava 320 o 380: che differenza c’è?

Questi robot possono pulire sia a secco che ad acqua. Nella versione 380 il serbato dell’acqua che umidifica il panno in microfibra è già presente, mentre nella versione 320 deve essere acquistato a parte come accessorio. 

Per il resto mantengono le stesse caratteristiche. Sono venduti entrambi con i panni in microfibra monouso o riutilizzabili. Hanno una forma squadrata, che permette loro di raggiungere meglio angoli e bordi delle pareti e una protezione morbida lungo tutto il perimetro per proteggere gli angoli dei mobili. Non sono molto leggeri (pesano circa 2 kg), ma occupano poco spazio e sono in grado di infilarsi sotto divani, letti o altri mobili bassi. Il carica batteria è in dotazione. Sono silenziosi e, in generale, semplici da usare, ma bisogna fare attenzione a come si posizionano sul pavimento altrimenti i sensori non funzionano.

Nella modalità di pulizia a secco entrambi i robot si muovono avanti e indietro su linee parallele, mentre se si utilizza la funzione di lavaggio il movimento cambia: si spostano in avanti e poi tornano indietro, alternando destra e sinistra.


Stampa Invia