Guida all'acquisto

Come scegliere il detersivo per la lavastoviglie

detersivo lavastoviglie

Per scegliere un detersivo per la lavastoviglie efficace è importante sapere quale formato scegliere: tabs, capsule liquide, gel o detersivi in polvere? Standard o tutto-in-uno? Dai nostri test uno è risultato migliore rispetto agli altri. Scopri qual è.

Lavare i piatti è uno dei gesti che fanno parte della nostra quotidianità e la lavastoviglie è un grosso aiuto perché ci permette di risparmiare del tempo e di avere sempre bicchieri, piatti e posate brillanti e perfettamente igienizzati. Sul mercato esistono tantissimi detersivi per lavastoviglie che si presentano in diversi formati. Ecco tutti i nostri consigli per scegliere quello che fa per te.

Vari prodotti detersivi per la lavastoviglie

detersivi per lavastoviglie più diffusi si presentano sotto forma di tabs (pastiglie), capsule liquide e gel. Sempre più appetibili, inoltre, sono i prodotti tutto in uno, che contengono in un'unica soluzione detersivobrillantante sale. Quale scegliere quindi?

Detersivo liquido in gel

Prodotto molto simile al comune detersivo per i piatti, il detersivo liquido in gel è molto concentrato e richiede quindi attenzione in fase di dosaggio. Essendo piuttosto denso, è difficile da sciogliere in acqua e qualche volta può capitare di trovare degli aloni e delle macchie sulle stoviglie dopo il lavaggio.

Detersivo in polvere

I detersivi per lavastoviglie in polvere sono sempre più difficili da trovare in commercio, mentre anni fa praticamente erano l’unica tipologia di detersivo lavastoviglie disponibile. Non difficili da dosare, sono generalmente però meno concentrati dei prodotti liquidi o in tabs, quindi hanno una resa di lavaggio più bassa.

Pastiglie per lavastoviglie

Più diffuse e più pratiche, le pastiglie per la lavastoviglie sono monodose e già pronte all’uso. Rispetto ai detersivi liquidi o in polvere, questi prodotti si rivelano decisamente superiori non solo per la semplicità del dosaggio ma anche per l’elevata forza pulente.

Nonostante molti siano più affezionati alle formulazioni liquide o in gel, i prodotti in tabs (compresse di polvere) e caps (compresse liquide o miste liquido/polvere) sono sempre più diffuse sugli scaffali. Con il tempo le tabs sono diventate sempre più efficaci nella rimozione dello sporco e hanno via via rimediato ai difetti iniziali come la difficoltà di sciogliersi e la buona riuscita della fase di asciugatura.

Detersivi tutto in uno

Migliorano anche le formulazioni tutto-in-uno” cioè quelle che non richiedono laggiunta di sale e brillantante in lavastoviglie, perché contengono già queste funzioni nella loro formulazione. Se i risultati del lavaggio non sono soddisfacenti, si può comunque aggiungere il brillantante (impostando dosaggio minimo) per avere stoviglie più brillanti e non farà male usare anche il sale, se lacqua di casa è molto dura (>38°f).

Quali sono i detersivi più ecologici?

In qualsiasi formato si presentino, i detersivi per lavastoviglie non possono essere certo considerati "verdi". Da un lato c'è l'imballaggio in cui spesso c'è uno spreco di materiale e spazio. Gli imballaggi più leggeri sono le buste morbide delle caps: peccato, però, che il film idrosolubile che le avvolge si dissolva solo parzialmente, finendo nelle acque di scarico.

Anche gli ingredienti dei detersivi non sono sostanze innocue: i profumi, come il limone e hexyl cinnamal - che potrebbero essere evitati perché in realtà non servono - sono molto tossici per il mondo acquatico. Allo stesso modo, ingredienti molto inquinanti come i policarbossilati e i fosfati - usati per neutralizzare il calcare dell'acqua di lavaggio - potrebbero essere sostituiti con elementi meno nocivi come i citrati, che assolverebbero altrettanto bene al loro compito, ma rispettando l'ambiente.

Consigli per risparmiare

 Ecco alcuni accorgimenti da seguire per risparmiare con i lavaggi della lavastoviglie:

  • fai funzionare la lavastoviglie sempre quando è a pieno carico, ottimizzando così l'uso di acqua ed elettricità;
  • seleziona il programma economico: dura di più, ma consuma meno acqua e meno energia;
  • mantieni pulito il filtro;
  • prima di mettere piatti e pentole in lavastoviglie, elimina i residui con uno spazzolino e tieni un poin ammollo lo sporco incrostato.

Dove comprare il detersivo per la lavastoviglie

I detersivi per lavastoviglie si possono acquistare nei supermercati o ipermercati, nei negozi specializzati nella cura della casa e nei discount (dove potrai trovare qualche referenza dei leader di mercato, ma soprattutto i prodotti delle marche vendute esclusivamente dal discount presso il quale ti recherai). Puoi acquistare i detersivi per lavastoviglie anche online sui siti dei supermercati, sui principali market place e, in alcuni casi, direttamente dal sito del produttore.

Ora che hai tutte le informazioni utili per poter acquistare il detersivo per lavastoviglie che fa per te, non ti resta che dare un’occhiata al nostro test.

 

CONSULTA IL TEST SUI DETERSIVI PER LAVASTOVIGLIE

 

Domande frequenti

Dove si mette il detersivo liquido nella lavastoviglie?

Il detersivo liquido va versato nella apposita vaschetta graduata del detersivo della lavastoviglie. Un secondo comparto della vaschetta è destinato al brillantante (da rabboccare ogni tanto solo se si usa un detersivo standard e non “tutto in uno”). Il sale va aggiunto regolarmente nell’apposito serbatoio, in modo che la resina che addolcisce l’acqua di lavaggio si mantenga in buono stato.

Come si può fare il detersivo per la lavastoviglie fatto in casa?

Fare i detersivi di casa è sempre un azzardo perché bisogna essere molto prudenti nel maneggiare e mescolare ingredienti irritanti o pericolosi e nell’etichettare e conservare il prodotto in modo da non causare incidenti domestici.

Tra gli ingredienti necessari a produrre in casa il detersivo lavastoviglie ci sono: acido citrico, bicarbonato di sodio, percarbonato di sodio e carbonato di sodio (soda). Un detersivo fai-da-te prodotto con questi ingredienti rimuove alcuni tipi di sporco, ma è totalmente inefficace con sporco proteico e ostinato.

Perché il detersivo per la lavastoviglie non si scioglie?

La lavastoviglie effettua il lavaggio con acqua a temperatura di almeno 50°C, quindi si scioglie in acqua calda, ma non è adatto a lavare stoviglie a mano o in acqua fredda.