Consigli

Bucato più ecologico fai da te: lava a 30 gradi, il pulito c’è

16 ottobre 2019
lavare a freddo

16 ottobre 2019

Grazie all’attivista Greta Thunberg la sensibilità generale verso il problema delle emissioni di gas serra è molto aumentata. Che cosa possiamo fare per ridurre le emissioni? Anche abbassare la temperatura della lavatrice serve.

Una campagna europea (www.meglio30.eu) invita i consumatori a fare la propria parte per ridurre le emissioni di gas serra, abbassando il termostato della propria lavatrice e facendo il bucato a una temperatura di 30° C, invece dei 40° C che sono oggi lo standard.

I vantaggi? Si riduce il consumo di energia e quindi l’emissione di CO2.

Ridurre di soli 3 gradi la temperatura del bucato in tutti i paesi dell’Ue eviterebbe in un anno la stessa quantità di emissioni prodotta dall’uso di oltre 700mila auto.

Bucato ecologico fai da te: lava a 30° C

Per un bucato composto da indumenti quotidiani normalmente sporchi, una temperatura di 30° C è sufficiente a garantire un’adeguata pulizia. Lo abbiamo voluto accertare mettendo alla prova nove lavatrici dei marchi più diffusi. Ecco i modelli di lavatrice messi alla prova:

Bosch WAT28639IT

Electrolux EW8F28UN;

LG FH2J3TDN0;

Samsung WW90K5210UW;

Whirlpool BEST ZEN 8;

Hotpoint SU RPG 945JD IT;

Smeg LT832EU;

Hoover DXOA 48AHC7-01;

Candy CSS1592T3-01

Se vuoi vedere i risultati completi, leggi l’articolo pubblicato sul numero di  Altroconsumo Inchieste di ottobre.

  • Prima di tutto abbiamo verificato quale temperatura raggiunge davvero l’acqua durante un bucato a 40° C: in molti casi si supera questa soglia e a volte anche di parecchio.
  • Poi abbiamo verificato quale temperatura raggiunge l’acqua con il programma cotone a 30° C, riscontrando temperature effettivamente vicine ai 30° C promessi.

E le prestazioni? Non deludono.

Il bucato a 30° C viene pulito?

  • La media dei risultati con il programma a 40°C è tra le quattro e le cinque stelle (ma con temperature reali spesso vicine ai 50° C, non dimentichiamolo).
  • Il programma a 30° C ottiene quasi sempre tre stelle, ovvero la sufficienza. 

A basse temperature l’efficacia di lavaggio un po’ diminuisce, ma solo il modello Bosch non arriva alla sufficienza. Abbassare la temperatura fa davvero risparmiare energia, alleggerendo la bolletta.

  • Si va da un minimo di risparmio di corrente del 27% fino a un massimo di 65%.
  • Il modello che riduce di più l’energia (65%) però è anche quello che ha fatto registrare il maggior calo nelle prestazioni, oltre il 40%.
  • Per gli altri modelli la riduzione delle prestazioni va dal 7 al 33%.
  • Il miglior compromesso si ha con i modelli LG e Samsung: riducendo la temperatura di quasi 20° C (dato che il ciclo a 40°C in realtà arriva quasi a 50), a fronte di una riduzione di efficienza di circa il 20%, consentono un risparmio di energia pari quasi al 50%

Un avvertimento: per evitare la formazione di cattivi odori è bene fare comunque un bucato su dieci a 60° C. 

Scegli la lavatrice migliore sul nostro sito