News

Ammorbidenti: capi sempre soffici e profumati?

03 novembre 2015
Ammorbidente

03 novembre 2015

Promettono di rendere morbidi i vestiti dandogli una fragranza duratura, ma non sempre mantengono quanto reclamano. Ma poi, a che prezzo? Le sostanze chimiche contenute sono nemiche di pelle e ambiente, nonché del portafogli. Ecco qualche consiglio per una buona alternativa.

Detersivi liquidi concentrati, in polvere, in capsule. Non possono mancare all'elenco gli ammorbidenti; tanti prodotti sul mercato, ma non così convenienti: insomma, di detergenti per il bucato ce ne sono tanti. Innanzitutto, però, è importante scegliere la lavatrice giusta, adatta alle tue esigenze ma anche rispettosa di certi criteri, come sicurezza e  risparmio energetico.


 Scegli la lavatrice giusta


I pochi pro e i tanti contro

A fronte di qualche piccolo vantaggio (come una maggiore facilità e qualità nello stirare i capi), gli ammorbidenti comportano svantaggi di non poco conto:

  • i danni per l'ambiente: profumi, conservanti, coloranti, sostanze derivanti dal petrolio sono solo in minima parte biodegradabili;
  • i rischi per la salute: molti profumi e conservanti sono degli allergizzanti che possono causare irritazione alla pelle, soprattutto perché - essendo l'ammorbidente aggiunto all'ultimo risciacquo - restano nei tessuti;
  • una spesa che si può evitare: si spendono fino a 56 euro all'anno in più, per un prodotto a cui è meglio rinunciare e che può essere sostituito seguendo altri piccoli accorgimenti.

Acido citrico&Co., come sostituirlo

Ecco alcuni consigli che puoi seguire in alternativa all'uso dell'ammorbidente, quantomeno per rendere i capi più soffici:

  • lava a basse temperature per ridurre la formazione di incrostrazioni sulle fibre;
  • ritira i capi dallo stendino ancora un po' umidi per evitare che si secchino troppo;
  • usa l'acido citrico, che ha il grande pregio di inquinare poco: puoi trovarlo nei negozi di prodotti biologici, in farmacia o nei consorzi agrari. Per ottenere un litro di ammorbidente fatto in casa mescola 100 grammi di polvere con 900 grammi di acqua e per un bucato di cinque chili usa 50 ml di prodotto. Spenderai in un anno - con quattro lavaggi a settimana - circa 7-10 euro;
  • non usare l’aceto, non ammorbidisce e non profuma. Anche se ha un basso impatto sull’ambiente, è un acido e  alla lunga, con l’utilizzo continuativo, potrebbe danneggiare la lavatrice. Promosso invece per una pulizia occasionale un paio di volte l’anno.

Stampa Invia