News

General Eco: la confezione è ecologica, gli ingredienti no

30 novembre 2012
general eco

30 novembre 2012

Il prezzo è conveniente e il packaging davvero ecologico: è al 100% riciclabile. Peccato però che alcuni degli ingredienti del detersivo General Eco (in particolare gli sbiancanti ottici) siano dannosi per l’ambiente.

General Eco ha la stessa formulazione del detersivo General tradizionale, ma rispetto a quest’ultimo ha un prezzo decisamente più conveniente: costa circa il 35% in meno. La confezione è davvero ecologica: la plastica del flacone è riciclabile al 100%. In più, l’imballaggio è formato per il 25% da plastica riciclata. La versione Eco di General, a differenza del detersivo tradizionale, non ha però il tappo dosatore utile per misurare bene il liquido ed evitare gli sprechi. Va quindi richiesto o acquistato a parte.
Anche l’etichetta è piuttosto dettagliata: sono chiare le istruzioni di dosaggio, non mancano le indicazioni per i diversi tipi di lavaggi (poco sporco, sporco, sporco difficile) e sono presenti anche suggerimenti su come risparmiare acqua, energia e anidride carbonica.


Gli ingredienti non sono eco
A differenza della confezione e del prezzo, gli ingredienti non sono “eco”. La composizione chimica del detersivo è piuttosto standard: tensioattivi, profumi, conservanti. Ma sono presenti anche gli sbiancanti ottici: difficilmente biodegradabili e con possibili effetti nocivi sulla vita acquatica. Gli sbiancanti non lavano e non smacchiano, ma si depositano semplicemente sulle fibre dei tessuti sfruttando un effetto ottico che fa apparire bianchi i capi. Un detersivo ecologico, quindi, non dovrebbe contenere sbiancanti ottici, ma dovrebbe sostituirli con i percarbonati che sbiancano attraverso l’ossigeno e non liberano molecole tossiche né per l’uomo né per l’ambiente.

Stampa Invia