Recensioni

Samsung Quick Drive: prestazioni migliori con il doppio movimento?

Viene descritta come l’unica lavatrice in cui cestello e fondo si muovono in maniera autonoma per avere il miglior risultato in metà tempo. L’abbiamo messa alla prova ma i tempi e i consumi registrati non sempre ci hanno soddisfatti.

 

18 settembre 2018
Lavatrice doppia rotazione

Si chiama Quick Drive perché il doppio movimento autonomo di fondo e cestello dovrebbe consentire cicli di lavaggio fino al 50% più veloci, ma massima delicatezza sui tessuti. In pratica durante la fase di lavaggio il fondo ruota in senso opposto al resto del cestello allo scopo di migliorarne le prestazioni e risparmiare tempo. Nella fase di risciacquo invece il fondo ruota nello stesso senso del resto del cestello, migliorando il movimento dell’acqua mentre nella fase di centrifuga il fondo rimane fermo e il resto del cestello gira.

Il nostro test

Abbiamo messo a confronto due macchine Samsung, con le stesse caratteristiche principali (stessa capacità max di lavaggio e stessa velocità max di centrifuga e classe energetica), una con il nuovo sistema QuickDrive, l’altra senza. Abbiamo comparato prestazioni sia con un mezzo carico (4 kg) , sia con un carico maggiore pari all’80% di quello massimo dichiarato, sempre utilizzando una tipologia di bucato il più simile a quella usata dai consumatori.

Con o senza? Prestazioni simili

Con il carico maggiore le prestazioni di lavaggio sono risultate molto simili tra i due modelli, simili anche i livelli di consumo elettrico e la durata del ciclo. Per il modello  senza QuickDrive è stato misurato un consumo inferiore di acqua pari a circa 10 litri in meno. Nel caso del mezzo carico il modello Samsung con QuickDrive ha evidenziato migliori prestazioni di lavaggio, tuttavia ha anche registrato i consumi di energia, acqua e durata maggiori (162 minuti con Quickdrive, contro i 119 minuti sull’altro).

Abbiamo anche provato a valutare se il differente sistema di rotazioni indipendenti del cestello QuickDriveTM potesse influire in qualche modo sullo stress meccanico che i tessuti sperimentano durante le fasi del programma di lavaggio. Abbiamo quindi effettuato una lunga serie di cicli di lavaggio, utilizzando delle speciali pezzuole di cotone insieme al carico. I risultati hanno mostrato che la macchina con QuickDrive presentava risultati migliori: in pratica i capi sembrano lavati in modo meno aggressivo e stressante per le fibre, rispetto al modello con il tradizionale movimento del cestello. Questo sembra quindi essere un oggettivo vantaggio del doppio movimento del cestello.