Come testiamo

Come testiamo le macchine per il sottovuoto

Per testare le macchine per sottovuoto abbiamo selezionato i modelli entry level, che al momento sono i più diffusi sul mercato, ma anche quelli più adatti a chi si avvicina inizialmente a questo tipo di apparecchio. Consulta il nostro test e leggi i nostri consigli prima di acquistarne una.

la miglior macchina per il sottovuoto

Prove di conservazione

Misuriamo il tempo necessario per mettere sottovuoto le diverse preparazioni e la forza necessaria per rompere la sigillatura. Un gruppo di giudici esperti valuta la qualità della conservazione dei cibi dopo 7 giorni. Ecco quali alimenti abbiamo utilizzato:

  • i toast vengono immersi in acqua a 90°C per un'ora, per verificare la tenuta della sigillatura;
  • l’hamburger viene posto in freezer a -18° per 7 giorni e si valuta differenza di peso, presenza di ghiaccio, colore e consistenza;
  • il salmone marinato è lasciato nel frigo per 7 giorni e si valuta differenza di peso, colore e consistenza;
  • le fragole sono conservate in frigorifero per 7 giorni e se ne valuta aspetto, perdita di peso, colore, odore e sapore.

Facilità d'uso

Complessivamente sono macchine facili da usare, ma è necessario prestare attenzione alla pulizia. La nota dolente è il rumore: è vero che questi apparecchi si utilizzano non costantemente, ma alcuni possono essere fastidiosi. Gli apparecchi che hanno un giudizio negativo durante l’operazione di sigillatura producono a mezzo metro di distanza un rumore di oltre 80 dB (strada traffico medio).

Costo

Il costo annuo è dato dal prezzo dell’apparecchio ammortizzato in 5 anni più il costo di 50 sacchetti (che stimiamo l’utilizzo non professionale medio annuo), meno quelli già inclusi nelle confezioni (da 1 a 10 a seconda dei prodotti).