News

Forni ad incasso: un modello bocciato per rischio scottature

01 maggio 2009

01 maggio 2009

Uno è stato bocciato perché c'è il rischio di scottarsi; cinque hanno problemi con il termostato; alcuni con il grill.
Gli otto forni ad incasso del nostro test avrebbero potuto cavarsela meglio. Se dovete cambiare il forno, dunque, consultate il nostro test e fate attenzione ai prezzi, che variano molto da modello a modello e in base al negozio.

Sicurezza: i forni alla prova
Per valutare i forni ci siamo basati sui parametri contenuti nella norma Iso 13732: si tratta di una norma specifica sulla sicurezza termica che fissa limiti molto più rigidi rispetto a quelli consentiti attualmente per legge. Purtroppo però questa norma non è obbligatoria e non viene presa come riferimento dai produttori, che si limitano a rispettare i requisiti meno stringenti richiesti dalla legge. Con la conseguenza che sul mercato si possono trovare elettrodomestici a norma di legge ma - come il modello bocciato nel test, Hoover Signature HOS316X - non abbastanza sicuri. Ricordate: le nostre valutazioni sulla sicurezza termica sono molto rigide; se un forno esce bene dal nostro test, può considerarsi davvero sicuro.

La prova da cuochi
Per valutare i forni li abbiamo usati come fareste voi: la prova principale ha giudicato proprio la cottura di alcuni alimenti piuttosto comuni. Qualche campione ha avuto voti insufficienti nella cottura del pane e nella funzione grill.

Forni autopulenti: come funzionano?
Se non vi va di perdere tempo nella pulizia del forno, sono disponibili forni autopulenti, con pareti rivestite di un materiale particolare, che non richiede di essere lavato né con detergenti universali né con prodotti specifici.

Catalitici. In questi modelli sia le pareti laterali sia quella posteriore sono rivestite da pannelli - fatti di un materiale speciale - che si puliscono durante il normale funzionamento del forno, bruciando qualsiasi genere di sporco senza lasciare residui carbonizzati. Questi pannelli, dunque, non vanno puliti, ma devono essere sostituiti periodicamente: il materiale catalico, infatti, si degrada con l'utilizzo.

Pirolitici. A differenza dei catalitici, per pulire questi modelli è necessario portare il forno a una temperatura interna superiore ai 400°.

Per farlo bisogna selezionare un programma specifico. I pannelli pirolitici non si degradano con il passare del tempo e con l'uso. Va detto però che ogni ciclo di pulizia comporta un notevole dispendio di energia elettrica e richiede diverso tempo (anche più di un'ora).

Marche testate:
  1. candy
  2. hoover
  3. hotpoint ariston
  4. indesit
  5. miele
  6. nardi
  7. rex
  8. sangiorgio

Stampa Invia