News

Elettrodomestici low cost: 10 su 20 sono pericolosi

20 novembre 2015
Elettrodomestici low cost pericolosi

20 novembre 2015

La nostra inchiesta, condotta a livello europeo, ha dimostrato che circa il 40% dei piccoli elettromesti low cost sono pericolosi. Ma in Italia il risultato è peggiore: ben 10 su 20 sono a rischio. Ecco dove si nascondono i potenziali rischi.

Sapevi che sono circa 4 milioni gli incidenti casalinghi? E che buona parte di questi sono direttamente imputabili alla poca sicurezza di impianti e apparecchi domestici? La nostra inchiesta conferma che, in commercio, ci sono ancora troppi piccoli elettrodomestici a rischio incidente. Soprattutto quando acquistiamo un prodotto a poco prezzo.

Tipi diversi, prezzo sempre basso

Attenzione a fare l’equazione “elettrodomestici low cost uguale poca sicurezza”. A dimostrarlo, oltre ai nostri test, diversi esempi tratti da questa inchiesta realizzata portando in laboratorio 79 piccoli elettrodomestici di vario tipo, disponibili sul mercato europeo, con un prezzo che non supera i 30 euro. Il costo non è necessariamente indice di qualità e ciò vale anche per la sicurezza: ci sono prodotti pagati pochissimo che rispettano gli standard di sicurezza rigorosi e dispositivi più costosi che non lo fanno.

Le nostre prove in laboratorio

Per i parametri elettrici il laboratorio si è attenuto alle limitazioni previste dalla normativa in vigore (EN-60335), mentre per quelli termici ha seguito i parametri antiscottature più severe contenuti nella norma, non obbligatoria, ISO 13732. Questo perché la legge prevede che basti inserire nelle istruzioni o sulla confezione un avviso di pericolo per essere in regola sulla sicurezza termica dell’apparecchio in questione.

Piccoli disastri domestici

Ben 32 prodotti su 79 hanno fallito in almeno una delle prove di sicurezza, dunque il 40% del totale dei prodotti testati comporta rischi per l’incolumità di chi li utilizza. Se limitiamo l’analisi ai soli prodotti venduti sul mercato italiano la percentuale aumenta fino al 50%. I risultati più critici riguardano la sicurezza termica. Sono più pericolosi apparecchi di cottura o che generano calore e quelli che hanno la superficie esterna (tutta o in parte) in metallo, data l’alta conducibilità termica del materiale. In particolare molta attenzione va prestata ai termoventilatori: la griglia di un modello ha raggiunto i 141°C. A rischio ustioni e scottature i barbecue da tavolo che sono privi di sostegno e devono essere necessariamente appoggiati su un piano, il quale finisce giocoforza per scaldarsi parecchio durante l’uso. È quindi opportuno posizionarlo su una superficie resistente al calore ed essere molto accorti nell’uso.

Scegliere il prodotto giusto

Per comprare prodotti sicuri ma senza rinunciare a prezzi competitivi hai solo una strada: consultare i nostri test comparativi. Non solo ti diciamo quali sono i prodotti che hanno ottenuto risultati migliori nelle nostre prove in laboratorio, ma ti suggeriamo il negozio (anche online) dove puoi trovarli al prezzo più vantaggioso. Una garanzia per te e per i tuoi acquisti.


Consulta i test


Stampa Invia