News
Soldi dagli Stati Uniti? Sì, grazie! 10 anni fa - venerdì 19 settembre 2008
Ecco qualche dritta su come compilare la richiesta di risarcimenti per la class action americana al giudice Usa. Per farlo c'e' tempo fino al 12 gennaio.

· Oramai la class action americana è giunta a termine ed è venuto il momento di preparare le richieste di rimborso al giudice. Sul sito www.parmalatsettlement.com trovate tutto il materiale necessario. Basta che digitiate il nome del sito nella finestra del vostro browser (cioè Internet explorer, Firefox, Safari...), quindi in alto a destra dove sta scritto Select language dovete indicare che vi interessa la versione italiana. A questo punto sotto documenti trovate tutto ciò che vi serve in formato pdf, tra cui il Modulo di richiesta di indennizzo e le sue istruzioni. Per comodità ve li riportiamo anche qui sotto.

· Purtroppo si tratta di moduli appositamente studiati per i risparmiatori americani e mal tradotti in italiano, per cui se la loro compilazione in linea teorica può essere abbastanza intuitiva e facile, nei fatti può destare alcuni dubbi, soprattutto per l'uso un po' spregiudicato che viene fatto della lingua di Dante.

· Iniziamo dalla prima pagina del modulo. Qui dovrete inserire tutti i vostri dati anagrafici come indicato nell'immagine fac simile che vi riportiamo qui sotto. Non preoccupatevi più di tanto per la zoppìa terminologica beneficiante/beneficiario, sono in ogni caso la traduzione della parola inglese owner (colui che possiede i titoli). Allo stesso tempo non preocccupatevi del fatto che il nome del TITOLARE BENEFICIANTE sia chiesto due volte, dalla versione inglese name of joint owner si intuisce che nella casella di destra vi chiedono anche il nome di un eventuale cointestatario. Le espressioni APP. N. e NOME EDIFICIO non vi devono spaventare: servono negli Usa, dove nelle grandi città si è identificati per isolati e per palazzi; non dovete preoccuparvi di lasciare in bianco questi campi.

· La seconda pagina è dedicata ad alcuni casi specificati in fondo alla pagina 1. Si tratta di casi piuttosto particolari e ad ogni modo ricalca nella compilazione la prima pagina.

· Alla terza pagina sorgono, invece, alcuni dubbi, perché vi richiede un po' di dati che potete compilare solo avendo a portata di mano tutte le contabili dei vostri acquisti di titoli Parmalat (di cui dovrete allegare comunque una copia).

· In particolare la PARTE II: DISTINTA DELLE TRANSAZIONI è a sua volta suddivisa in più capoversi. Alle lettere A, B, C, D si tratta delle azioni Parmalat, alle lettere E, F, G, H si tratta delle obbligazioni Parmalat. In entrambi i casi le informazioni da fornire seguono, comunque, lo stesso schema. Vi si chiede innanzitutto quanti titoli Parmalat (azioni alla lettera A, obbligazioni alla lettera E) avevate al 5 gennaio 1999. Perché questa data? Perché la class action ripaga chi ha investito in Parmalat tra il 5 gennaio 1999 e il 18 dicembre 2003, quindi vi viene richiesta una foto precisa di ogni vostro movimento. In un secondo passaggio (lettere B ed F) vi viene chiesto di indicare quali titoli, quanti titoli, a che prezzo e quando li avete acquistato nel periodo "incriminato" e poi (alle lettere C e G) vi viene posta la stessa domanda a riguardo delle operazioni di vendita. Infine, alle lettere D e H vi viene chiesto quanto avevate in mano al momento del crack. Fate attenzione se non vi basta lo spazio, potete allegare altri fogli (nelle istruzioni al punto 4 c'è scritto come fare, ad esempio dovrete firmare ogni foglio aggiuntivo).

· Veniamo ora alla compilazione delle righe . La compilazione la dovrete fare tenendo in mano le vostre contabili da un lato e il PIANO DI DISTRIBUZIONE DEI FONDI che c'è sotto Piano di ripartizione su parmalatsettlement.com. In questo documento di 10 pagine ci sono infatti tabelle con la corrispondenza tra codici isin e codici cusip. Ma non solo, in caso di contabili carenti di informazioni (e la cosa non è improbabile, ben ne sappiamo noi, dopo aver letto migliaia di contabili per preparare la causa civile qui in Italia) vi possono aiutare in qualche modo a trovare delle soluzioni.

· Poniamo ad esempio che sulla contabile abbiate scritto Parm. Fin 4,625 6/04: come fare a capire quali sono i codici corretti? Si va all'ultima pagina (allegato 3) e sotto Issuer Name (nome emittente) cercate il nome che corrisponde a Parm. Fin. cioè Parmalat Finance. Quindi tre colonne più a destra sotto Maturity date (scadenza) cercate una scadenza a giugno 2004. Attenzione le date sono scritte col modello americano quindi indicano prima il mese, poi il giorno, non prima il giorno e poi il mese come si fa da noi. Trovata la scadenza 23 giugno del 2004, a questo punto controllate che nella colonna subito a sinistra Coupon Rate (importo cedola) ci sia la cedola giusta (4,625). A quel punto il gioco è fatto: andate alle prime colonne della riga e trovate tutti i codici. Attenzione se il titolo era a tasso variabile sotto Coupon Rate non trovate nulla, ma un aiutino vi viene dalla colonna Issue Description (descrizione dell'emissione).

· Veniamo alle altre informazioni. La data transazione è quella di acquisto o vendita, il numero azioni indica il numero di azioni nel caso delle azioni, il valore di rimborso (quello nominale) delle obbligazioni nel caso di queste ultime. Nel prezzo indicate il prezzo, ma occorre scorporare le spese. Lo potete fare, però, solo se sono espressamente descritte nelle contabili che allegate. Altrimenti no.

· Veniamo, ora alla Parte III: non va compilata, a meno che non siate residenti negli Usa. Non fatevi intimorire dalla scritta "firmando questo modulo di richiesta certifico che il richiedente è una persona statunitense". Vale solo se compilate il riquadro.

· Il resto della pagina è dedicato a dichiarazioni scritte in maniera incomprensibile. La ratio di fondo è che comunque dichiarate di aver detto il vero, e che vi impegnate a non far causa a Bnl, Credit Suisse e Parmalat (tranquilli non è incompatibile con le cause che state facendo con noi).

· Il passaggio seguente è mettere tutto in una busta e spedire all'indirizzo indicato all'inizio del modulo. In alternativa potete compilare il modulo anche on line, cliccando su Presentare una domanda di indennizzo. Attenzione, il modulo è tutto in inglese. Per ogni dubbio potete contattarli al numero di telefono indicato nei contatti. Ricordatevi che si tratta di una telefonata internazionale, che la mattina italiana è ancora notte negli Usa (gli uffici non lavorano) e che dovete parlare in inglese. Sono comunque molto gentili.

Parmalat_Compilazione_pagina_1.pdf

Parmalat_Compilazione_pagina_3.pdf

Parmalat_Claim_Form_1.pdf

Parmalat_Detailed_Notice_1.pdf

Parmalat_Instructions_1.pdf

Parmalat_Plan_of_Allocation_1.pdf

condividi questo articolo