News
Tutti in fila per i soldi dagli Usa 9 anni fa - lunedì 2 febbraio 2009
Prima di Natale sono arrivate novità importanti per la class action Parmalat in Usa

Prima di Natale sono arrivate novità importanti per la class action Parmalat in Usa: gli investitori europei possono partecipare a due accordi, uno con Bnl e Credit Suisse per circa 38 milioni di euro, l'altro con la nuova Parmalat per altri 12,5 milioni di euro circa.
· Per partecipare all'accordo a settembre erano stati messi a disposizione diversi documenti da parte del tribunale americano sul sito www.parmalatsettlement.com.
· Fin da subito si era verificato, però, un problema: questi documenti erano stati tradotti malissimo in italiano costringendo il tribunale a bloccare la procedura e a programmare una nuova traduzione uscita finalmente poco prima di Natale (e anche qui sulla qualità ci sarebbe un po' da ridire).
· Che cosa contengono questi documenti? Essenzialmente due cose: i termini e le condizioni dell'accordo recentemente raggiunto con Parmalat e i moduli per richiedere i soldi del risarcimento (accordo con Parmalat più precedente accordo con Bnl e Credit Suisse) per il cui invio c'è tempo fino al 13 marzo 2009.

Come compilare i moduli
· Prima di leggere oltre fai attenzione che se hai spedito in precedenza i vecchi moduli pubblicati in un italiano non corretto a settembre puoi dormire sonni tranquilli, vanno bene pure quelli. Se non lo hai fatto, invece, devi andare innanzitutto sul sito www.parmalatsettlement.com, quindi devi selezionare nel menu a tendina sulla destra "select language" (cioè seleziona la lingua), la lingua italiana, a questo punto devi cliccare su "documenti" e troverai da scaricare quattro file:
Notifica dettagliata;
Modulo di richiesta del risarcimento;
Istruzioni per il modulo di richiesta del risarcimento;
Piano di ripartizione.
Il primo e il quarto documento contengono una descrizione delle decisioni del tribunale, il dettaglio della tempistica per la presentazione dei documenti che ti abbiamo accennato poco sopra e come verranno divisi i soldi tra obbligazionisti e azionisti Parmalat. Ad esempio leggendo il Piano di ripartizione potresti scoprire (in fondo a pagina 3) che gli investitori statunitensi hanno diritto a un risarcimento più elevato di quelli non americani relativamente alla transazione Bnl/Credit Suisse First Boston.
· Veniamo ora al modulo di richiesta. Si compone di 4 pagine. Nella prima dovrai inserire i tuoi dati anagrafici. Attenzione: se hai più titoli Parmalat di cui una parte cointestata con un'altra persona e una parte intestata solo a te, dovrai compilare due richieste, una per i titoli che hai in comproprietà, l'altra per i titoli che detieni da solo.
· La seconda pagina è dedicata ad alcuni casi un po' particolari, ad esempio se il proprietario del titolo è un minorenne e chi compila la richiesta è il suo tutore. La maniera in cui si compila questa pagina non differisce molto da quella in cui si compila la prima pagina.
· Attenzione: nel caso in cui il proprietario originale dei titoli Parmalat sia deceduto e tu sia il suo erede devi compilare comunque la prima pagina con tutti i dati relativi al proprietario iniziale dei titoli (cioè la persona da cui hai ereditato i titoli) e inserire nella seconda pagina i tuoi dati specificando nella casella vostro rapporto con il proprietario che ne sei l'erede. Oltre a ciò devi, comunque, allegare la documentazione necessaria a dimostrare la morte del proprietario originale e il passaggio dei titoli nelle tue mani, come, ad esempio, la dichiarazione di successione.
· La terza pagina ti chiede un po' di dati che puoi compilare solo avendo a portata di mano le contabili dei tuoi acquisti di titoli Parmalat (di cui dovrai allegare comunque una copia, pena l'esclusione dalla transazione).
· In particolare la PARTE II: PROGRAMMA DELLE OPERAZIONI è a sua volta suddivisa in più capoversi. Alle lettere A, B, C e D si tratta delle azioni Parmalat, alle lettere E, F, G e H si tratta delle obbligazioni Parmalat. Attenzione: qui al posto di obbligazioni c'è scritto titoli a interesse fisso, ma puoi utilizzare questa parte del form anche nel caso di obbligazioni a tasso variabile. In entrambi i casi le informazioni da fornire seguono, comunque, lo stesso schema. Ti si chiede innanzitutto quanti titoli Parmalat (azioni alla lettera A, obbligazioni alla lettera E) avevi al 5 gennaio 1999. Perché questa data? Perché la class action ripaga chi ha investito in Parmalat tra il 5 gennaio 1999 e il 18 dicembre 2003, quindi ti viene richiesta una foto precisa di ogni movimento del tuo conto titoli riguardo azioni e obbligazioni Parmalat in questo periodo. In un secondo passaggio (lettere B e F) ti viene, infatti, chiesto di indicare quali titoli, quanti titoli, a che prezzo e quando li hai acquistati nel periodo "incriminato" e poi (alle lettere C e G) ti viene posta la stessa domanda circa le operazioni di vendita. Infine, alle lettere D e H ti viene chiesto quanto avevi in mano al momento del crack. Fai attenzione se non ti basta lo spazio, puoi allegare altri fogli (nelle istruzioni al punto 4 c'è scritto come fare, ad esempio dovrai firmare ogni foglio aggiuntivo e scrivere il tuo nome in stampatello, attenzione che generalmente questo tipo di particolari sono importanti).
· Veniamo alla compilazione delle righe. La dovrai fare tenendo in mano le tue contabili da un lato e il PROGRAMMA DI RIPARTIZIONE. In questo documento di 10 pagine ci sono infatti tabelle con la corrispondenza tra codici Isin e codici Cusip. Ma non solo, in caso di contabili carenti di informazioni (e la cosa non è improbabile, ben ne sappiamo noi, dopo aver letto migliaia di contabili per preparare la causa civile qui in Italia) ti possono aiutare in qualche modo a trovare delle soluzioni. Attenzione, però, che la versione italiana presenta un pdf a tratti illeggibile in questa parte. Puoi, quindi, aiutarti con la versione inglese che presenta una tabella ben più leggibile e che trovi su www.parmalatsettlement.com digitando la lingua inglese nel menu a tendina sulla destra e poi Documents e quindi Plan of allocation.
· Poniamo ad esempio che sulla contabile trovi scritto Parm. Fin. 4,625 6/04: come fare a capire quali sono i codici corretti? Si va alle ultime due pagine (allegato 3) e sotto Issuer Name (nome emittente) cerchi il nome che corrisponde a Parm. Fin., cioè Parmalat Finance. Quindi, tre colonne più a destra, sotto Maturity date (scadenza, qui tradotta come "data di maturità") cerchi una scadenza a giugno 2004. Attenzione, le date sono scritte col modello americano quindi indicano prima il mese, poi il giorno, non prima il giorno e poi il mese come si fa da noi. Trovata la scadenza 23 giugno del 2004, a questo punto controlla che nella colonna subito a sinistra Coupon Rate (tasso cedola) ci sia la cedola giusta (4,625). A quel punto il gioco è fatto: vai alle prime colonne della riga e trovi tutti i codici. Attenzione: se il titolo era a tasso variabile sotto Coupon Rate non trovi nulla, ma un aiutino ti viene dalla colonna Issue Description (descrizione dell'emissione).
· Veniamo alle altre informazioni. Per data transazione si intende quella di acquisto o vendita, il numero azioni indica il numero di azioni nel caso delle azioni, mentre sotto number of shares (si sono dimenticati di tradurre) ai punti F e G occorre indicare il valore nominale delle obbligazioni. Nel prezzo indica il prezzo del titolo, ma occorre scorporare eventuali spese. Lo potrai fare, però, solo se sono descritte nelle contabili che alleghi. Altrimenti no.
· Veniamo ora alla Parte III; W-9 DI SOSTITUZIONE: non va compilata, a meno che non sei residente negli Usa.
· Il resto della pagina è dedicato a dichiarazioni scritte in maniera poco comprensibile, nonostante il rifacimento della traduzione dei moduli. La ratio di fondo è che comunque dichiari di aver detto il vero e che ti impegni a non far causa a Bnl, Credit Suisse e Parmalat (tranquillo non è incompatibile con le cause che stai facendo con noi).
· Il passaggio seguente è mettere tutto in una busta e spedire per raccomandata all'indirizzo indicato all'inizio del modulo PARMALAT SECURITIES LITIGATION CLAIMS ADMINISTRATOR PO BOX 4068, PORTLAND OR 97208-4068 USA. In alternativa puoi compilare il modulo anche on line, cliccando su Presentare una domanda di indennizzo. Attenzione, ti verranno richieste le stesse informazioni contenute nei documenti che abbiamo appena esaminato, inclusa la copia delle contabili della tua banca che dovrai, quindi, aver preventivamente digitalizzato (ad esempio creando un file pdf o jpg).
· Finché non completi il processo puoi tornare a modificare i tuoi dati, ma una volta salvato è probabile che tu non riesca più a modificare quanto inserisci nella pagina dei dati anagrafici, quindi fai attenzione a quanto inserisci, tanto più che non ti verrà chiesta conferma (ad esempio di reinserire due volte) a proposito di dati importanti quali l'indirizzo e-mail.
· Per ogni dubbio puoi chiamare il numero di telefono indicato nei contatti, cioè 00.1.503.626.0306. Ricordati che si tratta di una telefonata internazionale, che la mattina italiana è ancora notte negli Usa, che parlano inglese, ma che è possibile al telefono selezionare la lingua italiana e parlare con un operatore nella lingua di Dante.
· Una volta compilati i moduli e spedite le richieste di risarcimento devi metterti in attesa. Il tribunale avrà bisogno ancora di diversi mesi per ripartire i soldi che ha incassato dalle transazioni. Dopodiché ti dirà come potrai avere effettivamente i soldi.

condividi questo articolo