News
2006: bond a tutto gas? 12 anni fa - lunedì 9 gennaio 2006
Il 2005 è stato all'insegna del caropetrolio, il 2006 è iniziato con la crisi del gas, ma anche con l'annuncio di Trichet (il presidente della Banca centrale europea) che l'economia mondiale nel 2006 si comporterà bene e che i tassi dovrebbero restare stabili.

Il 2005 è stato all'insegna del caropetrolio, il 2006 è iniziato con la crisi del gas, ma anche con l'annuncio di Trichet (il presidente della Banca centrale europea) che l'economia mondiale nel 2006 si comporterà bene e che i tassi dovrebbero restare stabili. Come potete notare dal grafico qui sotto per molti anni il livello dei tassi (quelli Usa in particolare) è stato legato ai prezzi delle materie prime, tuttavia da quando, negli anni Ottanta, l'economia occidentale si è trasformata passando dalla preminenza delle attività industriali alla preminenza del settore terziario, le cose sembrano essere cambiate: nonostante la crescita del petrolio, dell'oro, del rame e di molte altre materie prime, il livello dei tassi (almeno in Europa) resta anormalmente basso. Rispetto a Trichet noi siamo più propensi a credere che verso fine anno ci sarà una ripresa dei tassi d'interesse. La risposta ultima la darà, però, il fluire delle notizie macroeconomiche in cui anche altri aspetti, come i consumi, hanno il loro peso. In ultima analisi sarete voi i protagonisti e, dunque, a voi ci rivolgiamo per chiedervi: che cosa ne pensate? Quali sono le vostre attese sui tassi? Dite la vostra nell'apposita sezione di questo sito (in basso a destra nella home page) dedicata ai sondaggi!

LE MATERIE PRIME HANNO GRAFFIATO L'ECONOMIA
FINO AGLI ANNI OTTANTA...

...poi il loro impatto (in grassetto, scala destra) ha smesso di influire sui tassi (la linea sottile, scala sinistra, indica i tassi a lungo termine Usa). Come potete notare il massimo effetto delle materie prime è stato ai tempi delle crisi petrolifere (gli anni Settanta, al centro del grafico).

condividi questo articolo