News

Se la banca è un po'... fusa!

10 anni fa - venerdì 30 maggio 2008
Voci da correntisti di Intesa SanPaolo fanno intendere che, a un anno dalle nozze tra il colosso bancario sabaudo e quello meneghino, qualche cosa non funziona ancora a dovere. Per la serie "è capitato a me" ci hanno raccontato di sistemi informatici in panne, di bonifici impossibili da una filiale all'altra dello stesso gruppo quando effettuati allo sportello.

Voci da correntisti di Intesa SanPaolo fanno intendere che, a un anno dalle nozze tra il colosso bancario sabaudo e quello meneghino, qualche cosa non funziona ancora a dovere. Per la serie "è capitato a me" ci hanno raccontato di sistemi informatici in panne, di bonifici impossibili da una filiale all'altra dello stesso gruppo quando effettuati allo sportello. Per l'esattezza ci han raccontato di tre quarti d'ora per non portare a termine (allo sportello) un trasferimento di poche centinaia di euro. Probabilmente la colpa delle filiali è di non essere state sempre figlie della stessa banca, ma sorellastre, una di Torino, l'altra di Milano. Che dire, poi, del correntista Intesa che, di fronte al bancomat della propria agenzia si è sentito come un cliente di un’altra banca non potendo prelevare tutto quel che la sua tessera gli dava diritto di prelevare – per inciso i suoi soldi! Per fortuna che Sanintesa non si è sognata di far pagare la commissione di prelievo: almeno quello. Voci del parterre d’agenzia danno tutti i problemi risolti per l’8 giugno in casa Intesa. Ce ne rallegriamo, soprattutto per i correntisti. Un modo come un altro per far tirar la cinghia in un'Italia a crescita zero? Forse sì, ma anche no. E voi che disavventure avete avuto con la vostra banca (non necessariamente Intesa Sanpaolo)? Scriveteci numerosi a disservizi@altroconsumo.it: raccoglieremo le vostre esperienze e ve ne renderemo conto.

condividi questo articolo