News

Grandi disegni

9 anni fa - lunedì 16 marzo 2009
I grandi disegni si realizzano solo con molta pazienza e con molto tempo; questo deve aver pensato il cow-boy che nel lontano 1871 ha deciso di rischiare i suoi 100 dollari sulla Borsa americana, invece di puntare sui più “tranquilli” titoli di Stato Usa.

I grandi disegni si realizzano solo con molta pazienza e con molto tempo; questo deve aver pensato il cow-boy che nel lontano 1871 ha deciso di rischiare i suoi 100 dollari sulla Borsa americana, invece di puntare sui più “tranquilli” titoli di Stato Usa. E il tempo gli ha dato ragione: oggi i suoi 100 dollari si sono trasformati, dividendi compresi, in quasi 7 milioni e mezzo di dollari. Se avesse scelto le obbligazioni, oggi sarebbero diventati (cedole incluse) poco meno di 30.000 dollari. Con questo non vogliamo dirvi di investire in Borsa pensando ai vostri eredi: pur senza raggiungere la veneranda età di Matusalemme, che visse 969 anni, se investite in Borsa avete buone probabilità di veder rendere i vostri soldi più di quanto otterreste con le obbligazioni. Certo ci vuole tempo, ma alla fine i frutti arrivano: chi ha investito 20 anni fa su Wall Street ha quintuplicato il proprio investimento, chi ha scelto i bond ha moltiplicato i propri soldi per due volte e mezza. Per questo, salvo alcuni casi isolati in cui le difficoltà della singola società rendono preferibile la vendita, in generale riteniamo che anche in un periodo “buio” come quello attuale la strategia migliore rimanga quella di mantenere il portafoglio di azioni. Non ne siete ancora convinti? Per darvene un’ulteriore prova abbiamo analizzato anche le strategie alternative, trovate i risultati nella sezione Ultime analisi : scappare dalla Borsa e vendere tutto vi può far perdere il momento buono per rientrare, coprirvi con le opzioni put è costoso e a ogni scadenza vi ripropone il dilemma su cosa fare.

LA PAZIENZA PAGA
 

Nel lungo periodo l’investimento in azioni Usa (grassetto, base 100) batte non solo l’inflazione (sottile) ma anche il rendimento di chi ha investito in bond (linea intermedia).

condividi questo articolo