News
Crack Lehman, un anno dopo 8 anni fa - lunedì 31 agosto 2009
Questo mese corre il primo anniversario della madre di tutte le bancarotte, quella che si è trascinata via Lehman Brothers schiantando le Borse. Dopo mesi di buio, tuttavia, questa estate i mercati sembrano essersi giovati del solleone e han ripreso colore. In questo contesto sono mutate anche le aspettative sull'andamento futuro dell'economia.

Questo mese corre il primo anniversario della madre di tutte le bancarotte, quella che si è trascinata via Lehman Brothers schiantando le Borse. Dopo mesi di buio, tuttavia, questa estate i mercati sembrano essersi giovati del solleone e han ripreso colore. In questo contesto sono mutate anche le aspettative sull'andamento futuro dell'economia. Ben Bernanke, capo della Fed, la banca centrale Usa, ha fatto intendere che la parte peggiore della crisi dovrebbe essere alle spalle. Merito della sua azione efficace di cura dei mercati, ha pensato l'amministrazione Obama, che la scorsa settimana lo ha riconfermato nel suo mandato per altri 4 anni. E se negli Usa arrivano i primi sorrisi, anche qui da noi non si piange più a dirotto, tanto che il governatore della Banca d'Italia Draghi, a proposito del Bel Paese, ha parlato di possibile crescita dal 2010, anche se molte piccole imprese non hanno finito di soffrire. E noi? Noi ci siamo dati da fare per rivedere i conti delle società della nostra selezione tastando il polso dell'economia nel modo che ci è più congeniale, cioè sul campo. I segnali positivi non mancano e in alcuni casi abbiamo rialzato le nostre stime, ma c'è anche chi continua a deludere in un panorama che mostra luci e ombre a macchia di leopardo. Insomma la ripresa nel 2010 sta in fondo a una via già tracciata, ma è ancora una strada irta di ostacoli in cui è meglio avanzare con prudenza.

condividi questo articolo