News
Ferite aperte 8 anni fa - lunedì 4 gennaio 2010
Il 2009 ha visto la ripresa delle Borse dopo la crisi. Tuttavia, ancora oggi, siamo lontani dai valori raggiunti nel 2007 e questo ha pesato su quanto messo via nei fondi pensione.

Il 2009 ha visto la ripresa delle Borse dopo la crisi. Tuttavia, ancora oggi, siamo lontani dai valori raggiunti nel 2007 e questo ha pesato su quanto messo via nei fondi pensione. Certamente il risultato muta da fondo a fondo: quelli obbligazionari, dopo aver resistito bene nel 2008, nel 2009 han registrato performance interessanti, spinti dal ribasso dei tassi dell'eurozona, per cui presentano un risultato positivo. I fondi bilanciati, man mano che si sale con la quantità di azioni nel loro portafoglio e, a maggior ragione, i fondi azionari, pur avendo ripreso fiato, non sono stati, invece, capaci di recuperare pienamente i livelli passati. Anzi, in molti casi, nonostante la ripresa, hanno visto peggiorare la loro valutazione rispetto a un anno fa. C'è da disperare? Se pure il doppio crollo (nel 2001 e nel 2008) operato dalle Piazze mondiali nell'ultimo decennio ci ha insegnato che il cosiddetto cigno nero (cioè l'evento giudicato così raro da sembrare impossibile) può benissimo planare sui risparmi e gettarli nello scompiglio, restiamo convinti che se avete operato una scelta corretta puntando sulle azioni solo per orizzonti temporali lunghi siete posizionati bene (vedi analisi alle pagine 7 e 16). In questo numero trovate anche i nostri pareri aggiornati sulle azioni in selezione (pagine 2-5). Sul sito ci sono report su American Ecology, Cadbury, Cimpor, Mobistar, Sap e Total: per quest’ultima (prezzo al 31/12/09 pari a 45,01 euro) il consiglio cambia da mantenere a vendere. Per Pfizer (18,19 dollari) il consiglio passa da acquistare a mantenere.

 

LA CRISI HA PESATO SUI FONDI PENSIONE

I fondi pensione aperti presi nel loro complesso (e quindi tenendo conto dei molti fondi pensione azionari tra le loro file) hanno subito pesantemente gli alti e bassi dei mercati.

condividi questo articolo