News
Mica bau bau, micio micio 7 anni fa - lunedì 13 dicembre 2010
La Banca centrale europea (Bce) teme ancora che ci possano essere gravi insolvenze bancarie capaci di creare nuove voragini nei conti del settore finanziario e, soprattutto, di portare una nuova ondata di vendite capace di scuotere i mercati.
La Banca centrale europea (Bce) teme ancora che ci possano essere gravi insolvenze bancarie capaci di creare nuove voragini nei conti del settore finanziario e, soprattutto, di portare una nuova ondata di vendite capace di scuotere i mercati. Non si tratta, quindi, di bruscolini, per cui, se pure in queste settimane l'andamento dei mercati può avervi resi fiduciosi e spensierati, e magari siete stati indotti a pensare che quelli di Soldi Sette sono le solite Cassandre pronte a vedere buio pesto anche quando ci sono barlumi di speranza, siete ancora in tempo per farvi quattro conti in tasca e mettere un po' di prudenza nel vostro portafoglio. E se parliamo di prudenza non vogliamo dire che dovete fuggire da ogni tipo di investimento. La Bce parla di rischi di insolvenze e si allinea in un certo senso alle nostre inquietudini, ma non ha comunque la sfera di cristallo, né ha lanciato un allarme, ma solo un invito a non esagerare con l'euforia. La prudenza a cui vi invitiamo significa diversificazione su tutta la gamma di valute che vi stiamo consigliando (sterlina, corona svedese e dollaro Usa), con particolare attenzione al biglietto verde che potrebbe beneficiare di ulteriori problemi europei. Inoltre non dimenticate di metter un po' di oro nelle vostre tasche. Della crisi e del suo impatto sui consumatori parleremo in un convegno che si terrà a Milano il 17 dicembre e a cui siete invitati.

condividi questo articolo