News
Finita la sbornia 7 anni fa - lunedì 25 luglio 2011
Dopo la scelta europea di preparare una cura da cavallo per i disastrati conti greci, i mercati sono stati invasi da una transitoria ventata di euforia che questo lunedì si è già smorzata e che potrebbe fare da preludio a una estate sonnacchiosa.
Dopo la scelta europea di preparare una cura da cavallo per i disastrati conti greci, i mercati sono stati invasi da una transitoria ventata di euforia che questo lunedì si è già smorzata e che potrebbe fare da preludio a una estate sonnacchiosa. C’è, tuttavia, da registrare che tutte le buone notizie che ci si poteva aspettare sono arrivate. I mercati attendevano da mesi che i leader europei facessero una scelta forte e, finalmente questa scelta è arrivata, anche se restano diverse incognite. Restano poi nell’aria i problemi relativi all’innalzamento del tetto di legge sul debito pubblico Usa, senza cui gli Stati Uniti non potranno più finanziare nuove emissioni sui mercati e saranno costretti a tagli di spesa o addirittura (ipotesi remota) a non ripagare qualche bond a scadenza. I mercati si attendono un accordo tra presidenza democratica e camera repubblicana entro la data limite del due agosto; in assenza di un accordo si entra in una terra sconosciuta e le cose potrebbero andare male. C’è da dire che il precedente del Belgio, senza un governo da oltre un anno e, ciò nonostante (o forse grazie a ciò?), con una ottima tenuta dei conti pubblici, invoglia a pensare che le situazioni di stallo non siano sempre negative. In questo contesto riteniamo improbabile un boom di Borsa e ci attendiamo una serie di alti e bassi. Novità gravi e inattese non sono però impossibili, state quindi pronti, nel caso, anche a scappare dalla Borsa. In Detto tra noi vi diamo gli ultimi consigli su cosa fare per partire tranquilli. Vi auguriamo serene vacanze coi vostri cari: Soldi Sette tornerà a fine agosto.

condividi questo articolo