News
Una gobba 6 anni fa - lunedì 21 novembre 2011
Quatta quatta nell’ultimo anno sulla curva che descrive la differenza di rendimento tra la gran massa dei bond europei e quelli ultrasicuri targati tripla A è spuntata una gobba!

Quatta quatta nell’ultimo anno sulla curva che descrive la differenza di rendimento tra la gran massa dei bond europei e quelli ultrasicuri targati tripla A è spuntata una gobba! La vedete qui sotto nel grafico, sulla sinistra: è una bozza consistente che dice, in soldoni, che, in media, per mettere i soldi al sicuro dovete sopportare l’1,5% di rendimenti in meno, ma che su scadenze brevi questo “costo” sale al 2%. È una anomalia rispetto a un anno fa quando il costo della sicurezza cresceva con la durata degli investimenti. Ohibò sono tutti impazziti di questi tempi? No, la spiegazione è semplice: i prezzi sono influenzati dal rischio insolvenza di alcuni Stati, in particolare dal default greco dato per probabile. Visto che se Atene fallirà lo farà a breve, i titoli di Stato greci che scadono l’anno prossimo sono a rischio tanto quanto quelli che scadono tra 10-30 anni. Anzi, c’è una aggravante: ora di 10-30 anni Atene potrebbe anche imboccare il sentiero della crescita, ma da qui a pochi anni questa via è esclusa. Questo che vi mostriamo è, dunque, un ennesimo termometro della crisi che ci spinge a ad arricchire (vedi Detto tra noi) il dossier che da tempo stiamo costruendo per voi su quello che occorre fare se tutto dovesse crollare. Senza scomodare gli ideogrammi cinesi, però, dietro la parola crisi si nascondono sì i rischi, ma anche le opportunità e non manchiamo di segnalarvele: quelli che tra voi se la sentono di rischiare trovano questa settimana molti titoli a prezzo di saldo e qualche scommessa speculativa (Finmeccanica), in barba alla gobba!

 

UNA CURVA ANOMALA

 

Il maggior rendimento che pagano in media i bond rispetto ai più sicuri titoli AAA mostra una impennata su scadenze brevi, gonfiato dal rischio del default greco

 

condividi questo articolo