News
Furbi come una faina… 6 anni fa - lunedì 2 aprile 2012
…in Bpm stanno tentando il colpaccio. Ricordate il Convertendo Bpm? Quel bond che l’assemblea degli azionisti della banca di Piazza Meda ha deciso proprio a metà delle feste di Natale di convertire in azioni con un anno e mezzo di anticipo sulla scadenza naturale?
…in Bpm stanno tentando il colpaccio. Ricordate il Convertendo Bpm? Quel bond che l’assemblea degli azionisti della banca di Piazza Meda ha deciso proprio a metà delle feste di Natale di convertire in azioni con un anno e mezzo di anticipo sulla scadenza naturale? Gli obbligazionisti ci avevano perso tra il 50% e il 70% dei loro soldi (nel complesso sono 400 milioni di controvalore) e noi subito ci eravamo rivolti alla Consob perché ci puntasse sopra i riflettori. Ma non solo: abbiamo chiamato a raccolta diverse centinaia di obbligazionisti coinvolti in questo affare per farci portavoce delle loro richieste. Come spesso accade in questi casi far la voce grossa è utile, perché poi, ti ascoltano. E così è stato: ora quelli della Popolare di Milano sono all’opera per cercare con noi un accordo. Bellissima cosa, se non fosse che… beh, diciamo che stanno cercando di oliarci in qualche maniera proponendoci una bella (e complessa) “conciliazione”. Un accordo amichevole, tra l’altro previsto dalla legge, non si rifiuta mai, purché sia dignitoso. Peccato, però che abbiano messo a bilancio solo 40 milioni di euro in pratica il 10% di quanto emesso. Eh, no: loro si crederanno furbi, ma noi non intendiamo fare accordi a buon mercato, tanto più che questi bond erano stati venduti come titoli senza rischio. Se Bpm vuole la pace devono sapere che per una pace giusta bisogna aprire i cordoni della Borsa.

condividi questo articolo