News

Occhio che ritorna!

6 anni fa - lunedì 10 dicembre 2012
Fino a una settimana fa l’incertezza sui mercati sembrava dimenticata, tanto che perfino dai fondi speculativi arrivavano le prime ammissioni di sconfitta di una scommessa antieuro.
Fino a una settimana fa l’incertezza sui mercati sembrava dimenticata, tanto che perfino dai fondi speculativi arrivavano le prime ammissioni di sconfitta di una scommessa antieuro. Pensiamo al caso del fondo Paulson & Co che aveva ammesso di aver perso nei primi 10 mesi del 2012 ben il 17% solo per aver tentato di far quattrini dalla spaccatura dell’eurozona. Ma ecco che, proprio quando si iniziava a intravedere un’uscita dal tunnel, di nuovo tutte le incertezze hanno ripreso a deflagrare con una impennata dello spread, in barba al calo del rischio Italia a cui avevamo assistito. L’instabilità politica del Paese non è, tuttavia, una novità e che prima o poi si sarebbe entrati nella fase pre-elettorale era scontato. Per questo ti abbiamo sempre detto di mantenere entro il 20% dei tuoi soldi ogni investimento in BTp. Ora che siamo di fatto in campagna elettorale e che ne possiamo vedere più da vicino gli effetti abbiamo deciso anche una seconda misura: riduci la quota investita in azioni italiane (vedi qui per sapere quando e come) e punta sulle azioni Usa. È vero che là c’è ancora in sospeso il fiscal cliff e che una sua mancata soluzione potrebbe portare a un crollo di Wall Street, ma è anche vero che se New York crolla, Milano fa lo stesso, mentre non è vero il contrario. Per cui far emigrare parte dei tuoi soldi Oltreoceano dimezzerà i rischi a cui vai incontro.

condividi questo articolo