News

Convergenze parallele

5 anni fa - lunedì 4 marzo 2013
Ci risiamo: dopo quarant’anni la politica di casa nostra è tornata punto a capo. Alla ricerca dell’impossibile. E adesso? Chi farà il governo? Ci sarà la grande coalizione? Un governo del “presidente”?
Ci risiamo: dopo quarant’anni la politica di casa nostra è tornata punto a capo. Alla ricerca dell’impossibile. E adesso? Chi farà il governo? Ci sarà la grande coalizione? Un governo del “presidente”? Un governo balneare in attesa di elezioni in autunno? Per gli investitori internazionali sapere di che morte va a morire un Paese è cruciale e in assenza di certezze se ne vanno. Come lo capiremo? Intanto i cds – il costo di una polizza antinsolvenza - venerdì scorso davano il Bel Paese addiritura un pochino più rischioso della Spagna (313 noi contro 301 della Spagna). Roba da chiodi. È solo una pennellata, il quadro si farà più preciso con  la domanda di BTp alle prossime aste. Meno sarà la richiesta, più alta sarà la febbre. Ma se crollano i BTp anche le banche che ne hanno molti in pancia andranno male, e quindi calerà la Borsa. Questa settimana con lo scivolone accusato da Piazza Affari hai avuto un aperitivo del pranzo che presto potrebbe venirti servito. Non verrà tutto giù subito. Anzi: il mercato ha incassato un primo colpo, quindi da qui in poi potrebbe vivacchiare alternando alti e bassi a seconda dei canti delle sirene del momento. Non è un bel periodo. Purtroppo.

condividi questo articolo