News
Fed al bivio? 4 anni fa - lunedì 2 settembre 2013
L’economia Usa non se la passa tanto male e alla Fed (la Banca centrale americana) sono divisi sul da farsi. C’è chi sostiene che c’è ancora bisogno di inondare i mercati di liquidità facile e c’è chi vorrebbe porre un freno alle rotative e stampare un po’ meno biglietti verdi.
L’economia Usa non se la passa tanto male e alla Fed (la Banca centrale americana) sono divisi sul da farsi. C’è chi sostiene che c’è ancora bisogno di inondare i mercati di liquidità facile e c’è chi vorrebbe porre un freno alle rotative e stampare un po’ meno biglietti verdi. I riflettori sono quindi puntati sui prossimi dati che verranno pubblicati. Se la disoccupazione, ad esempio, dovesse risultare inferiore rispetto alle attese, la bilancia all’interno della Fed potrebbe pendere verso una riduzione della liquidità immessa ogni mese nel mercato. Stiamo parlando di 85 miliardi di dollari che potrebbero, quindi, diminuire. L’effetto immediato di una tale scelta con ogni probabilità sarebbe un bell’inciampo per Wall Street e le altre Borse. Tuttavia, passata una prima reazione di pancia, potrebbe arrivare quella di testa e offrire anche sorprese positive. Infatti se la Fed pomperà meno bigliettoni nel sistema non sarà per capriccio, ma perché il futuro è meno buio, i consumi in ripresa e gli utili delle società in rimonta. Di fatto tutti buoni motivi perché le Borse ne approfittino. Insomma tu mantieni i nervi saldi di fronte alle notizie. Ricorda di non avere in mano azioni italiane se non per investimenti da qui al 2033 e che, comunque, anche le azioni di altre Borse sono indicate per investimenti di lungo periodo. Se invece il tuo orizzonte temporale è di pochi mesi e non vuoi rischiare preferisci un conto di deposito. Se, all’opposto, vuoi addirittura fare speculazioni mordi e fuggi su questa situazione, dà un occhio in Detto tra noi, dove trovi indicazioni su come sfruttare le tensioni giornaliere dei mercati.

condividi questo articolo