News
Sicuro di evitarla? 5 anni fa - lunedì 14 ottobre 2013
Mi avete scritto e telefonato chiedendomi se sono proprio sicuro che sia il caso di stare alla larga da piazza Affari che, in fin dei conti, nelle ultime settimane, come Borsa non è poi andata tanto male.
Mi avete scritto e telefonato chiedendomi se sono proprio sicuro che sia il caso di stare alla larga da piazza Affari che, in fin dei conti, nelle ultime settimane, come Borsa non è poi andata tanto male. La risposta è sì, ne sono convinto. Non penso che la Borsa di Milano non possa comportarsi bene per un certo periodo. Tutt’altro, però sono convinto che sia una Borsa a rischio e che non possa prescindere dalla situazione generale del Paese. L’Italia è soffocata da se’ stessa. Molte aziende e investitori sono in fuga. La telenovela di Fiat che vuole piantare le tende negli Usa è lì a ricordarcelo. E poi la situazione economica resta difficile: abbiamo una grande banca come Mps (te ne parliamo a pagina 3 e in Detto tra noi) che sta in piedi solo con gli aiuti pubblici, piccole banche come Banca Marche che soffrono per le difficoltà del tessuto industriale dove operano, e una compagnia aerea di bandiera che periodicamente va col cappello in mano dagli azionisti perché ha le casse vuote. Tra l’altro gli azionisti non hanno abbastanza quattrini da metterci e dove si vanno a recuperare i soldi che mancano? Alle Poste, una società in mano pubblica che macina utili e che li usa per… non si sa ancora cosa in quanto il piano industriale per giustificare l’uso dei 75 milioni che mancavano all’appello non è ancora stato scritto. Che disinvoltura! È come rivoltare un calzino per cercare gli ultimi spiccioli. D’altronde sono i guasti del capitalismo squattrinato di casa nostra che in meno di due decenni ha reso una società un tempo gloriosa come Telecom Italia un carrozzone straindebitato che potrebbe dover vendere le attività che ha all’estero (le uniche buone) per sopravvivere. Ma non è solo una ben riposta diffidenza verso i patrii destini a spingermi a consigliarti di stare alla larga da Piazza Affari, ci sono soprattutto le analisi e i numeri: se scorri la lista delle azioni italiane nelle pagine che seguono ti renderai subito conto che di “affari” non ce ne sono più.

 

condividi questo articolo